Comunicato Stampa – N° 43 – 19 giugno 2016

MARIALUCIA DI MEO CONQUISTA UN BELLISSIMO BRONZO NEL SINGOLO II CATEGORIA

Coloro che sbandierano con enfasi i vessilli giallo blu sanno a cosa vanno incontro. Sono abituati sia a gestire le belle favole, sia a raccapezzarsi quando ci sono da gestire brutte notizie.

A Lucera, nel corso della penultima giornata dei Campionati Italiani di Categoria Marialucia Di Meo raggiunge l’impensabile. Con una condotta superba e ammirevole sale sul podio del Singolo Femminile II Categoria e si impreziosisce con un bronzo che pendolerà all’infinito nella sua più intima galleria dei ricordi.

Una sorridente Marialucia Di Meo sul podio dei II categoria a Lucera
Una sorridente Marialucia Di Meo sul podio dei II categoria a Lucera

Tanto sconforto, poco prima, ha preso il sopravvento tra la tifoseria norbellese con il preoccupante infortunio al grande combattente Maxim Kuznetsov. Nel corso della gara di Singolo Maschile II Categoria, opposto a Daniele Rizzo, il sardo – russo casca improvvisamente a terra e chiede subito aiuto perché non riesce ad alzarsi. Immediatamente soccorso dal medico presente in palestra, è stato trasferito all’ospedale di Foggia per ulteriori accertamenti. Accusante un forte dolore alla schiena, Maxim verrà rilasciato fortunatamente poche ore più tardi, dopo essersi sottoposto a diverse terapie per alleviare il forte dolore. Purtroppo già in passato aveva dovuto patire i forti dolori della lombalgia, e quindi, con immensa tristezza ha dovuto dire arrivederci ai massimi campionati che chiudono definitivamente la stagione agonistica 2015 – 16.

La piccola Rebecca con la medagliata marialucia e l'infermo Maxim Kuznetsov
La piccola Rebecca con la medagliata Marialucia e l’infermo Maxim Kuznetsov

Supportato dal presidente Simone Carrucciu che non l’ha lasciato un attimo, Maxim è tornato in base dove è stato coccolato dallo staff guilcerino composto anche dalla stessa Di Meo, Daniele Sabatino e altri appassionati. Di sicuro Maxim sta già meditando sul come ritrovare le forze per la riapertura dei giochi a fine estate. E l’augurio di una prontissima guarigione arriva da tutta la grande famiglia guilcerina.

Ma Simone Carrucciu si vuol soffermare anche sul grandissimo traguardo raggiunto da Marialucia  Di Meo: “Da parte mia e di tutti i dirigenti vanno i complimenti a questa fantastica ragazza che continua a sorprenderci man mano che passa il tempo. La ringraziamo per tutto le emozioni che ci ha regalato in questi primi sette anni di permanenza”.

Marialucia Di Meo festeggia il bronzo con il presidente Carrucciu e i suoi più accaniti tifosi
Marialucia Di Meo festeggia il bronzo con il presidente Carrucciu e i suoi più accaniti tifosi

MARIALUCIA DI MEO: “HO I MIEI TEMPI MA PRIMA O POI ARRIVO”

Come non invidiarla per l’exploit sensazionale di fine stagione? L’avellinese Marialucia Di Meo torna in Sardegna dopo un anno di assenza e riceve a sorpresa il premio fedeltà per sette stagioni consecutive con la società di via Mele. Due giorni dopo partecipa a Guspini ai Campionati Sardi Assoluti e raccoglie tre medaglie d’oro nel Singolo Femminile, Doppio Misto (con Maxim Kuznetsov) e Doppio Femminile (con Anna Podda dell’Azzurra Cagliari). Non paga si presenta a Lucera per i Campionati Italiani di II Categoria e con 34 candeline spente alle spalle, trova le forze per raggiungere il traguardo più significativo della sua lunghissima carriera agonistica: la medaglia di bronzo.

“Per l’appuntamento più importante dell’anno mi sento ben motivata – racconta la bravissima atleta irpina – ma senza farmi troppe illusioni. Parto come testa di serie 22 e come testa di serie del mio girone ho Ana Brzan, l’amica rivale di sempre”.

Una raggiante Marialucia Di Meo (Foto Gianluca Piu)
Una raggiante Marialucia Di Meo (Foto Gianluca Piu)

Fin qui niente di nuovo..

Già, ormai i 3 a 2 in suo favore non si contano più ma ieri qualcosa girava per il verso giusto, avevo ottime sensazioni durante gli scambi di gioco. Infatti con la giusta carica e concentrazione vinco 3-2.

Il torneo prosegue..

Supero imbattuta il girone, vinco anche con Sonia Mor, Evelyn Vivarelli e questo mi permette di superare il primo turno del tabellone con la x.

E ora arriva il bello

Nelle prime 16 incontro Elena Rozanova, giocatrice ostica con cui non credo di aver mai vinto, ed anche stavolta sembra finire in suo favore. Mi trovo sotto 2-1 10-6 per lei, ma oggi proprio non ci sto a perdere e complice un po’ di fortuna, vinco il set e l’incontro per 3-2.

Marialucia Di Meo (Foto Gianluca Piu)
Marialucia Di Meo (Foto Gianluca Piu)

Da cosa nasce cosa..

Nei quarti ad aspettarmi c’è Giulia Cavalli, anche con lei non mi trovo benissimo, ma oggi gioco bene, prendo iniziativa e mi ritrovo sul 2-0 per me. Lei però in panchina ha un certo Michael Oyebode che mi conosce alla perfezione e Giulia si porta su due pari. Al quinto parto male ma poi decido di prendermi qualche rischio in più e vinco 3-2.

Che ascesa!

Non ci credo, sono in semifinale ad un campionato italiano 2^ categoria. Affronto Denisa Zancaner, ma forse un po’ stanca, forse un po’ scarica o un po’ appagata, non riesco mai a trovare spunti per impensierirla.

Come ti spieghi questo exploit?

Ha prevalso la voglia di riscatto dopo l’eliminazione al primo turno nei doppi e forse la voglia di regalare qualcosa di buono al Tennistavolo Norbello dopo il brutto infortunio di Maxim durante il girone che, fino a quel momento, mi stava seguendo come coach in panchina.

Tra atleti ostinati vi siete davvero ritrovati

Durante i quarti con la Cavalli, Maxim ha assistito alla mia partita dalla barella ed alla fine sono contenta di avergli strappato un sorriso.

Maxim Kuznetsov (Foto Gianluca Piu)
Maxim Kuznetsov (Foto Gianluca Piu)

Tiriamo le somme

Per concludere mi dico “Brava”! Si sa, di solito sono avara di complimenti nei miei confronti, ma stavolta credo di meritarmelo, ho giocato ad un ottimo livello, ho gestito bene i momenti critici e sono felice per me e per tutti coloro che mi hanno seguito. Oggi credo di aver stupito un po’ tutti…me stessa per prima!

DAGLI ALTRI CAMPI

Eleonora Trudu non carbura nel Singolo Femminile Terza categoria e ed esce dalla fase a gironi con una sola vittoria (a tavolino). In collaborazione con la romana Raffaella Riondino viene subito estromessa anche dal tabellone del Doppio Femminile. Stessa sorte nel Doppio Misto in tandem con Emanuele D’Angelo.

In verità i binomi impregnati di giallo blu non hanno una buona sorte neanche nei II Categoria. Kuznetsov/Conciauro superano un solo turno nel Doppio Maschile. Con il titolo regionale in tasca Kuznetsov/Di Meo non hanno fortuna nel Doppio Misto e vengono eliminati al secondo turno. Un passettino in più lo fanno Daniele Sabatin ed Eva Carli che si fermano ai quarti di finale.

Nel Singolo Maschile II categoria, oltre alla sfortuna di Maxim, si aggiunge quella di Daniele Sabatino che viene estromesso da Luigi Rocca, futuro vincitore della competizione.

 

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

 

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

 

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.