Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 03 del 12-10-2015

Comunicato Stampa N° 3 – 12 ottobre 2015

NESSUN TIMORE, E’ SOLO UN INIZIO ATIPICO

Le esternazioni gaudiose possono aspettare. Per ora ci si limita a riflettere su cosa non sia girato nel verso giusto durante le otto partite disputate dalle formazioni giallo blu impegnate rispettivamente in Coppa Europea ETTU femminile, A1 maschile, A2 femminile e C1 maschile. Solo le pongiste “cadette” sono riuscite a rimediare almeno una vittoria nelle tre gare giocate nel concentramento di Molfetta. Per il resto solo responsi negativi: tre k.o. a Istanbul (e conseguente eliminazione), uno all’esordio di campionato per Mondello e compagni a Carrara, uno rocambolesco e di misura in quel di Roma per il trio capeggiato da Vilbene Mocci.
Ma un alibi di ferro ce l’hanno tutte e quattro: le assenze pesanti. Per motivi burocratici l’ucraina Ganna Farladanska non è potuta partire in oriente e al suo posto si è dovuta sacrificare Marialucia Di Meo che in realtà è un tassello fondamentale della A2 femminile. In Toscana Massimiliano Mondello ha accusato dolori lancinanti al braccio che gli hanno impedito di fare il suo ritorno in campo dopo ben cinque anni di assenza, ma anche senza di lui i russi Kuznetsov e Panchenko stavano per uscirne indenni. Nella capitale il trio della C1 ha dovuto fare a meno del forte atleta nigeriano Gbenga Kayode e nonostante tutto hanno ceduto alla nona partita.
Il presidente Simone Carrucciu si aspettava forse un esordio stagionale più esaltante, ma in tanti anni di attività si è abituato a questo tipo di sorprese. “Non dobbiamo abbatterci, ma pensare positivo con gli allenamenti e con il dialogo, utile per superare gli scogli che non sono mai insormontabili. Ringrazio comunque tutti gli atleti per i sacrifici che hanno dovuto affrontare in queste quattro trasferte concomitanti, sono sicuro che le soddisfazioni non si faranno attendere”.

ETTU CUP Femminile – 2° turno Gruppo C

Sabato 9- Domenica 10 Ottobre 2015
Sede di gioco: Istanbul (Turchia)

A.S.D. Tennistavolo Norbello CCT Balaguer – Villart Logistic (Spagna) 1 3

YMCA Thessaloniki (Grecia) A.S.D. Tennistavolo Norbello 3 1

Istanbul BBSK (Turchia) A.S.D. Tennistavolo Norbello 3 2

NIENTE QUALIFICAZIONE MA PIU’ FEELING

Si sapeva già in anticipo. Le avversarie erano molto più attrezzate. La formazione spagnola, per esempio, disponeva di due atlete cinesi, di cui una molto forte. Quella locale annoverava due giocatrici della nazionale turca. Apparentemente più abbordabile appariva il team greco che in realtà si è rivelato più ostico del previsto. Però il trio giallo blu all’unanimità è d’accordo che contro il Thessaloniki si poteva fare molto di più. Purtroppo Irina Baghina e Wei Jian hanno palesato molta tensione, dovuta all’esordio con una squadra nuova, peraltro più che giustificata.

Marialucia Di Meo (allenatrice Tennistavolo Norbello): “A parte il risultato negativo fatto registrare in campo devo dire che tra nuove compagne di squadra ci siamo trovate benissimo da subito, l’ambientamento è stato immediato. E poi da parte loro in campo c’è stata subito l’intenzione di dimostrare qualcosa, e forse questo atteggiamento si è rivelato controproducente.
Durante le gare abbiamo parlato tanto tra noi, non sono stata una figura predominante, forse con Irina parlavo un po’ di più, ma per me, come tecnico, non è stata la prima volta in ETTU, due anni fa ricordo la stessa esperienza in Lussemburgo.
Sono sicura che Irina e Jian faranno molto meglio in campionato. La prima, già nella scorsa stagione, ha dimostrato di poter battere avversarie molto ostiche; l’italo cinese ha un’esperienza che poche possiedono qui da noi. Poi il nuovo innesto ucraino è molto bravo, sono sicura che come squadra faranno paura alle altre avversarie. Il presidente Simone, incarnandosi in quello che è lo spirito del Tennistavolo Norbello ci ha esortato a stare tranquille, di giocare per fare bene, ma senza avere l’assillo della qualificazione. Siamo rimaste molto colpite dalla struttura che ci ha ospitate, molto attrezzata e che in Italia purtroppo ce la sogniamo.
Sono molto contenta del rendimento offerto dalla mia vera squadra, la A2 femminile, ci tenevo tanto ad esserci, e a dare il mio contributo soprattutto con le squadre più abbordabili, come Messina. Sarà per la prossima volta”.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Prima giornata di andata – Sabato 10 Ottobre 2015 – Ore 18:30
Sede di gioco: Carrara

U.S.D. Apuania Carrara A.S.D. Tennistavolo Norbello 4 1

ARTEM SI BLOCCA SUL PIU’ BELLO

L’inizio si fa subito in salita perché il divino Mondello cade rovinosamente sul pianeta terra causa infortunio al braccio che gli impedisce di potersi esprimere col dritto. Tutto semplice quindi per il numero uno d’Italia Mattia Crotti che vince senza giocare. Nella prima vera gara della serata Maxim Kuznetsov rimette tutto sui binari della parità imponendosi al quinto set sull’orientale Lyu Boliang. Ma è la sfida successiva che fa da ago della bilancia. Il neo acquisto giallo blu Artem Panchenko disputa due set perfetti, poi cede all’azzurro Baciocchi il successivo e nel quarto si ritrova ad un passo dalla vittoria con due match ball da amministrare. Invece il pongista umbro sorprende tutti quanti e con sagacia tecnica ribalta il risultato regalando il secondo punto alla sua squadra.
Kuznetsov combatte e dà molto filo da torcere a Crotti che però la spunta in tutti e tre i set disputati. Praticamente è il punto della vittoria finale perché il “Mondy” nazionale rinuncia anche alla sfida con il suo ex compagno di scuderia Baciocchi: entrambi attendevano con grande trepidazione uno scontro ufficiale, ma hanno dovuto rimandarlo a data da destinarsi.

PARLANO I PROTAGONISTI

Massimiliano Mondello (allenatore Tennistavolo Norbello): “Abbiamo buttato un pareggio. Artem Panchenko stava dominando su Baciocchi, non c’era storia. Poi è sopraggiunto un crollo fisico ma soprattutto psicologico perché ci ha poi confidato che era sicuro di vincere e di conseguenza si è un po’ rilassato. Ma mi ha sorpreso pure Baciocchi che prima, in frangenti simili, andava alla deriva e invece da questo punto di vista è maturato parecchio. Tornando ad Artem credo che debba semplicemente prendere le giuste misure a questo campionato ed è meglio che questa problematica sia sorta subito. Quanto a Maxim non ho nulla da rimproveragli, anzi è un grande professionista che non ha bisogno di particolari istruzioni, ma se gli vengono date, le applica con profitto. E poi partecipa attivamente alla vita della squadra, si immerge completamente nella causa, merita un grande bravo. Per quanto mi riguarda ho provato a riscaldarmi sul dritto, ma il braccio mi faceva troppo male, ho anche provato ad utilizzare un antiinfiammatorio ma contro questi giocatori, in tali condizioni, non ce la potevo fare.
Abbiamo affrontato una compagine competitiva, però mi aspettavo molto di più dal cinese, che è sicuramente inferiore ai suoi compagni italiani”.

Maxim Kuznetsov: “Quando si perde 3 a 0 c’è poco da rammaricarsi, ma se, come in questo caso, si hanno molte chance di fare punti, allora lo stato d’animo cambia. Della mia prestazione sono soddisfatto solo in parte perché perdere non fa mai piacere anche se davanti mi sono trovato il n. 1 d’Italia. Per quanto riguarda Lyu Bolioang non mi è sembrato un super giocatore; abbiamo dato vita d una gara molto tirata anche se i tre set a mio favore sono stati vinti abbastanza bene. Mi spiace per Artem che nei primi due set ha messo in grave difficoltà Baciocchi, poi c’è stato il calo; capita a tutti quando ti sembra tutto molto semplice.
Il mio esordio con una squadra italiana, tanti anni fa, è stato molto più facile rispetto a quello di Artem, perché in B1 affrontammo una squadra abbastanza scarsa. Ricordo che nonostante la tremarella, il livello era troppo diverso e quindi andò tutto bene. Capisco Artem che sicuramente non era rilassato e sciolto. Peccato perché poteva scaturirne un pareggio, battendo Baciocchi si sarebbe potuto imporre facilmente anche sul loro cinese. Tutto fa esperienza, anzi l’umore è buono perché Artem non vede l’ora di riscattarsi ed ha chiesto a Massimiliano di sottoporlo a sedute di allenamento molto dure. La voglia di reagire e di lottare c’è. E anche nella prossima gara con Roma, che non sarà facile, cercheremo fare bene”.

Serie A2 Femminile – Girone “C” Nazionale

1° Concentramento – Domenica 11 Ottobre 2015 – Ore 10:00 – 12:30 – 14:30
Sede di gioco: Molfetta (BA)

A.S.D. Tennistavolo Norbello Astra Valdina 2 4

Quattro Mori Cagliari A.S.D. Tennistavolo Norbello 2 4

P.D. Pulcini Cascina A.S.D. Tennistavolo Norbello 4 2

PAM RESTA UNA GARANZIA

Senza l’apporto di Marialucia Di Meo è tutta un’altra cosa. Già dal primo match si capisce che la tailandese Pam ha talento da vendere, come già mostrato nella scorsa stagione. E per lei sono arrivate sei vittorie su altrettante gare disputate. Tra cui una ottenuta nei confronti della ex Olga Dzelinska che a maggio conquistò il tricolore con il Cortemaggiore. Purtroppo non è sulla stessa lunghezza d’onda l’italo armena Gohar Atoyan che in vista del concentramento non ha avuto modo di allenarsi seriamente. Non ha nulla da recriminare invece Eleonora Trudu che, sebbene poco allenata, è riuscita a conquistare alcuni set contro atlete molto più brave di lei. In compenso sono giunti due punti preziosi nel derby sardo col Quattro Mori. Ma la vera identità di questa squadra si potrà vedere con la presenza del tecnico giocatore avellinese.

Serie C1 Maschile – Girone “N” Nazionale
Prima giornata di andata – Sabato 10 Ottobre 2015 – Ore 16:00
Sede di gioco: Roma

King Pong ‘Di Cesare’ A.S.D. Tennistavolo Norbello 5 4

TANTO STRESS E AEREO DA NON PERDERE

Quando ci si mettono di mezzo anche gli inconvenienti sulla tabella di marcia della trasferta, tutto si fa paurosamente in salita. Il tempo perso tra attesa in aeroporto e conseguente pranzo fulmineo a poco meno di un’ora dall’inizio del match, non fa presagire nulla di buono. E si aggiunga pure che il protrarsi della gara non ha permesso a Silvio Dessì di giocare con serenità il match decisivo perché si rischiava di perdere il volo di rientro, acciuffato davvero in extremis. Vilbene Mocci fa due su tre ma poteva essere un en plein se un battibecco nel tavolo a fianco non lo avesse distratto irrimediabilmente. Insomma tante piccole grane che sono costate care. Oltre alla doppietta di Mocci e il singolo di Dessì, da registrare un punto di Federico Concas.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.

Scarica in formato PDF il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 03 del 12-10-2015

Irina BaghinaIl trio femminile impegnato a IstanbulMassimiliano Mondello (Foto Gianluca Piu)Wei JianIl tecnico Marialucia Di Meo scherza prima del match europeoIl presidente Simone Carrucciu versione TurchiaMaxim Kuznetsov e Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)Panchenko, Kuznetsov e Mondello in pausa relaxIl trio di A2 impegnato a MolfettaAlcuni componenti della C1 maschile con il presidente Carrucciu