Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 36 del 17-04-2016

TRA ACCADIMENTI BELLI E BRUTTI

Il terzo risultato eclatante della stagione arriva dalla capitale. Dopo l’approdo ai play off da parte della A2 femminile e la raggiunta salvezza in A1 maschile, è tempo di promozione. La conseguono gli splendidi atleti della C1 che sul campo del Roma 12 ottengono i due punti necessari per tenere il comando della classifica, anche nei confronti della King Pong ‘Di Cesare’ che pur avendo gli stessi punti, sono in deficit rispetto agli scontri diretti.

E nel pomeriggio domenicale si esulta ancora con la promozione in D1 regionale, dopo aver chiuso il girone play off al secondo posto, imbattuto.

Terzo tempo con il TT Torino
Terzo tempo con il TT Torino

Di nessun peso le sconfitte patite dalle due ammiraglie che vengono prese a ceffoni sia a Bagnolo, sia a Torino, segno che i giallo blu ruggiscono prevalentemente quando c’è qualcosa di veramente importante in palio.

Senza alcun obiettivo particolare, la A2 femminile di Marialucia Di Meo ben si comporta al concentramento di Terni con una vittoria e una sconfitta.

Il clima in via Mele e dintorni non è però dei migliori perché il dirigente – fotografo Gianluca Piu è stato colpito da un grave lutto. L’altra sera infatti si è spenta la mamma. Il Tennistavolo Norbello si associa al dolore del suo caro amico e della sua famiglia.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Settima giornata di ritorno – Venerdì 15 aprile 2016 – Ore 19:00

Sede di gioco: Torino (TO)

Tennis Tavolo Torino A.S.D. Tennistavolo Norbello
4 1

DETERMINANTE LA FRESCHEZZA DI CHI E’ PIU’ GIOVANE

Tutto sembra andare per il meglio con Artem Panchenko che seppur senza brillare, non ha mai messo in discussione il risultato, facendo quanto basta per battere il giovane Jordy Piccolin.

Non sfigura nemmeno Daniele Sabatino che ha avuto tante occasioni a suo favore per ottenere il punto, ma gli è mancata un po’ di convinzione, specie quando si è trovato in vantaggio per 1-2. Qualche errore di troppo ha condizionato il resto del match che alla fine si è aggiudicato Daniele Pinto; impeccabile fino al 5-5 il giocatore di marca norbellese ha subìto un improvviso black out.

Kuznetsov e Panchenko si allenano sul campo del TT Torino
Kuznetsov e Panchenko si allenano sul campo del TT Torino

Maxim non riesce a mettere in pratica ciò che la lucida mente gli consiglia e dopo essere passato in vantaggio con Frigiolini, consente il suo ritorno e viene sconfitto.

Non ingrana nemmeno più Panchenko che dopo averlo battuto all’andata si deve arrendere a Pinto in quella che forse è stata la sua peggiore prestazione stagionale. Convinto di non trovare ostacoli, l’ospite si batte con un gioco troppo morbido che Pinto sa come ammaestrare e ostacolare. Una punta d’orgoglio del russo nel terzo set non è sufficiente ad impedire il danno finale.

Panchenko e Piccolin
Panchenko e Piccolin

Parte molto bene Maxim nella seconda partita con i primi due set a suo favore nei confronti di Piccolin, frutto di un gioco fluido e concreto. Poi l’ossigeno al cervello viene a mancare e per contro il padrone di casa cambia decisamente gioco. I problemi già citati prima portano il russo guspinese alla seconda debacle della giornata.

Sabatino e Pinto
Sabatino e Pinto

MAXIM KUZNETSOV: “STAGIONE LOGORANTE DA NON RIPETERE”

Maxim è già proiettato al futuro, pensa già a come potrà essere la prossima stagione ma non dimentica che a breve sarà coinvolto dai campionati sardi assoluti e da quelli italiani, appuntamenti che vorrebbe onorare nel miglior modo possibile. Interpellato sulla sfida di Torino esclude a priori un rilassamento programmato.” Dire che eravamo senza stimoli lo ritengo eccessivo – replica Maxim – intanto perché Artem Panchenko fino a poco prima della gara mi diceva che voleva fare sue tutte e due le partite. Io non ho bisogno di cercare particolari stimoli perché mi piace sempre giocare a prescindere. E anche Daniele Sabatino era abbastanza carico. Quindi ci sentivamo tutt’altro che molli”.

Però qualcosa non è andata per il verso giusto

Nella mia prima gara ho avvertito un calo fisico che mi sto trascinando per tutta la settimana. Insomma il cervello funzionava ma il mio corpo non ubbidiva ai suoi input. Purtroppo capita sebbene il carico di lavoro negli allenamenti sia sempre lo stesso.

Mi spiace anche per la sconfitta di Artem in un girone di ritorno dove lui ha cambiato decisamente registro non solo come risultati, ma anche con i sacrifici ed un rigido regime alimentare.

Maxim Kuznetsov (Foto Gianluca Piu)
Maxim Kuznetsov (Foto Gianluca Piu)

Ma allora perché questa arrendevolezza?

Da parte mia, finire la stagione con una doppia sconfitta non è bello. Forse siamo andati a Torino con la testa più leggera perché i giochi erano ormai fatti. Però è anche vero che ci bastava vincere un singolare per conseguire comunque la salvezza anche in mancanza del provvedimento disciplinare nei confronti del CUS. Ripeto, stimoli ne avevamo comunque, io sono partito per vincere.

Non mi hai parlato di Daniele Sabatino

Forse Daniele è quello che ne esce con le ossa meno rotte perché comunque ha gareggiato ad armi pari con un avversario (Pinto) che è noto essere ragazzo tecnicamente dotato, serio e di ottime prospettive. La sua sconfitta ci può stare.

Tiriamo un bilancio di questo campionato?

Per quanto mi riguarda è stato abbastanza negativo. In passato, nei match in cui avevo chances, riuscivo a vincere le mie partite. Quest’anno è stato diverso, ho subito almeno sei sconfitte in cui il risultato era in bilico sino all’ultimo punto del quinto set e dove in caso di mio successo non avrei rubato niente.

Rifletterò con calma su questi aspetti cercando di migliorarmi ancora.

La presentazione delle squadre
La presentazione delle squadre

A dicembre, quando avevate ancora zero punti, ci credevi nella salvezza?

Ad inizio campionato ne ero certo. Poi l’assenza prolungata di Sabatino ci ha messi un po’ in allarme. Col suo arrivo abbiamo guadagnato i primi punti e già nutrivamo speranze di salvezza, perché il morale si è sollevato parecchio. I provvedimenti disciplinari nei confronti prima de Mugnano e poi del Cus Torino hanno reso ancor più solide le possibilità di permanenza.

Concludendo?

Di sicuro potevamo fare qualcosa di più, ma mi sarebbe piaciuto vedere la nostra squadra al completo per l’intero campionato. Secondo me avremmo potuto lottare per i play off, noi tutti ci siamo espressi al di sotto delle nostre potenzialità.

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Settima giornata di ritorno – Sabato 16 aprile 2016 – Ore 18:00

Sede di gioco: Bagnolo S. Vito (MN)

 Pol. Bagnolese A.S.D. A.S.D. Tennistavolo Norbello
4 1

LETARGO COMPRENSIBILE

Tra le due contendenti la Bagnolese è quella più motivata. Deve vincere a tutti i costi seppur le speranze di acciuffare i play off siano ridotte al lumicino. E già la cinese di casa, Liang Yuqi entra determinatissima contro una Ganna Farladanska che comunque non ha nessuna intenzione di cedere facilmente. Termina in quattro set con la padrona di casa che nell’ultimo parziale la spunta ai vantaggi.

Poca storia nel secondo confronto con la Steshenko che lascia solo 17 punti a Irina Bàghina.

Bàghina riceve da Steshenko
Bàghina riceve da Steshenko

Anche Wei Jian appare senza particolari stimoli, d’altronde l’ha sempre detto che lei si infiamma quando la posta in palio è altissima. Con le semifinali scudetto già in saccoccia la sino muraverese domina il primo parziale, segue naufragio.

Il riscatto di Ganna da Odessa giunge quando si scontra con Steshenko: a parte il secondo set concesso alla pongista locale, il resto è un monologo ucraino.

Semenza e Wei Jian
Semenza e Wei Jian

Ultimo atto di una gara che non andrà certo agli annali è il derby orientale: Liang è ancora dura; il tanto giusto per sconfiggere una Wei Jian che a metà maggio si esprimerà di sicuro con ben altri tenori.

Ganna Farladanska. “Non c’è alcun dubbio; abbiamo meritato questa sconfitta. L’aver conquistato in anticipo i play off scudetto ci ha condizionate inconsciamente e le motivazioni sono venute meno. Tutte e tre abbiamo manifestato tante incertezze e il risultato maturato è la giusta fotografia di quello che abbiamo prodotto sabato sera. Al contrario la Bagnolese è apparsa molto sicura di sé e il gioco che ha espresso è stato più decente. Da parte nostra ci sarà l’impegno nei confronti dei tifosi per renderli appagati dal nostro gioco che sicuramente sarà di altro spessore rispetto a quanto fatto vedere in Lombardia”.

Farladanska e Liang
Farladanska e Liang
Serie A2 Femminile – Play Off Promozione

Girone D– Sabato 16 aprile 2016 – Ore 15:00 – 17:00

Sede di gioco: Terni (TR)

A.S.D. Tennistavolo Savona A.S.D. Tennistavolo Norbello
1 4

ASV Eppan Bolzano A.S.D. Tennistavolo Norbello
4 0

BILANCIO TERNANO AL 50%

Un trio affiatato e felice. Il tecnico giocatore Marialucia Di Meo conosce molto bene le sue amiche atlete Gohar Atoyan e Eleonora Trudu. E le spinge verso l’inaspettata vittoria contro il Tennistavolo Savona arrivato in Umbria senza l’apporto della forte Larissa Lavrukhina. La stella avellinese brilla tantissimo con le vittorie nei confronti di Pastorino prima e di Frisone poi. In mezzo e dopo giungono anche due successi per l’italo armena Gohar nei confronti di Fracchiolla e Pastorino. Nel secondo match Eleonora da Nuragus si arrende a Frisone.

Di Meo, Trudu e Atoyan a Terni
Di Meo, Trudu e Atoyan a Terni

Al contrario l’Eppan non concede sconti al club sardo dominando per 4-0 ma con nomi come Zancaner, Dodean e Vivarelli le speranze erano davvero poche. L’unica però a darsi da fare è una ritrovata Trudu che recupera due parziali alla Vivarelli e poi cede definitivamente al quinto. Tutto sommato una trasferta positiva, dove sin dal principio non si nutrivano particolari ambizioni.

Eleonora Trudu. “Nell’esordio con Savona le mie compagne sono state molto brave e esperte. Secondo me hanno vinto senza alcun problema. Io son entrata stanca e mentalmente a terra; ho perso senza neanche lottare, l’unica cosa che mi rimprovero. Nella sfida successiva, opposta alla Vivarelli, ho cambiato mentalità. Arrivata al quinto set non son riuscita a vincere; però mi son divertita e ho giocato con molta grinta. Personalmente sono molto soddisfatta. Questa appena trascorsa è stata una stagione molto faticosa; ho giocato pochissimo e soprattutto con persone molto più forti di me. La lezione che ho imparato è quella di essere riuscita a giocare bene (e a non mollare), contro persone dalla classifica migliore della mia. Questo mi dà la forza per pensare ai campionati sardi e agli ultimi tornei regionali. Le mie compagne hanno lottato ma l’Eppan è stato superiore” .

Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)
Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)
Serie C1 Maschile – Girone “N” Nazionale

Settima giornata di ritorno – Sabato 16 aprile 2016 – Ore 15:15

Sede di gioco: Roma (RM)

A.S.D. Roma 12 A.S.D. Tennistavolo Norbello
2 5

PROMOSSI PERCHE’ SUPERLATIVI 

Bravi, bravissimi. La vittoria che porta dritti in B2 è arrivata senza particolari patemi d’animo. Comincia bene Vilbene Mocci che tarpa le ali ad un Lizio pericoloso solo nel primo set. Soffre di più il nigeriano Gbenga Kayode che deve ricorrere al quinto set per conservare il suo 100% con Masserato. Il convalescente Federico Concas fa quello che il fisico gli permette e specie nel terzo set mette in apprensione il cinese Zhang ma il punto è per il Roma 12. Poi Kayode liquida facilmente Lizio. Segue il match più entusiasmante con Vilbene Mocci che batte il cinese Zhang ai vantaggi del quinto set: una gran bella prova di orgoglio da parte dell’atleta guspinese. Sul 4-1 Concas si arrende a Masserato e poi chicca conclusiva e determinante di Kayode che in quattro set ha ragione pure di Zhang. L’impresa va condivisa anche con Andrea Franceschi, Silvio Dessì e il tecnico Salvatore Scotto.

La C1 al gran completo vincitrice del campionato (Foto Gianluca Piu)
La C1 al gran completo vincitrice del campionato (Foto Gianluca Piu)
Serie D2 Regionale – Play Off Promozione

Settima giornata di ritorno – Domenica 17 aprile 2016

Ore 10:30 – 12:30 – 14:30 – 16:30

Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello ASD TT Santa Tecla Rossa
6 0
A.S.D. Tennistavolo Norbello ASD TT Decimomannu Blu
3 3
A.S.D. Tennistavolo Norbello TT. Muraverone
n d
A.S.D. Tennistavolo Norbello GS Fintes “A” Cagliari
3 3

TANTI APPLAUSI ANCHE A LORO

Promozione in D1 per il Tennistavolo Norbello
Promozione in D1 per il Tennistavolo Norbello

Il mancato arrivo della formazione di Muravera rende il concentramento una performance da vecchi amici perché le restanti squadre hanno la promozione garantita. Nonostante tutto il quartetto di casa composto da Salvatore Scotto, Antonello Ledda, Peppe Mele e Mauro Mereu ottiene due pareggi e una vittoria. Altra missione compiuta, con le felicitazioni della dirigenza per l’ulteriore passo compiuto.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.