Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 38 del 15-05-2016

Comunicato Stampa – N° 38 – 15 maggio 2016

SAPER PERDERE CON UN GRANDE SORRISO

Ci ha provato e questo è già un dato che gratifica. La terna giallo blu con ogni probabilità dovrà rinunciare ad un posto in finale perché il Cortemaggiore visto in via Azuni ha dato l’idea di voler confermare a tutti i costi il titolo conquistato lo scorso anno. In compenso gli irriducibili sostenitori del clan isolano, arrivati anche da Alghero, Cagliari, Oristano, Neoneli e Macomer non si sono pentiti di questa scelta perché hanno assistito a delle gare molto vivaci, ben interpretate anche dalle ragazze di casa che fino all’ultimo punto hanno cercato di frenare la superiorità magiostrina.

La presentazione della semifinale d'andata (Foto Gianluca Piu)
La presentazione della semifinale d’andata (Foto Gianluca Piu)

L’esito definitivo viene rimandato a gara due di mercoledì sera: il Tennistavolo Norbello dovrebbe imporsi 4 – 0 per avere la meglio. Ipotesi poco probabile ma il presidente Simone Carrucciu sarebbe comunque contento se le sue atlete lottassero con veemenza proprio come hanno fatto ieri sera.

E in nottata pizza a volontà per tutti, in un finale di stagione che ai più appariva insperato.

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Semifinale play off scudetto – Sabato 14 maggio 2016 – Ore 18:30

Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello Teco/Corte Auto Cortemaggiore
1 4

LA GARA INIZIALE REGALA GRANDE SPETTACOLO: CON FARLADANSKA TREMANO TUTTE

La compagine emiliana arriva in Sardegna al gran completo. Il tecnico Michael Oyebode non rinuncia neppure all’apporto di Giulia Cavalli, sorprendentemente schierata come titolare; mentre si tiene pronta per le emergenze miss 18 scudetti Laura Negrisoli, limitatasi a ragionare sulle evoluzioni del match con le sue compagne da bordo campo.

Nel momento in cui l’arbitro Nicola Mazzuzzi riceve le formazioni si scopre che il match iniziale è quello che potrebbe dare un’impronta decisiva. Lo devono interpretare da una parte l’ucraina Ganna Farladanska e dall’altra la sempre temutissima italo cinese Wang Yu. Come già visto nella regular season, la disputa scorre piacevolmente agli occhi degli spettatori che applaudono le due atlete per come se le sanno dare di santa ragione. Il primo parziale è in favore dell’ospite che sul 10 – 10 trova lo slancio per seminare l’avversaria. Ma nella frazione successiva Ganna pareggia con più facilità. La fase centrale del terzo set è determinante per Wang Yu che consegue un vantaggio di quattro lunghezze e lo amministra fino alla fine.

La gara iniziale tra Ganna Farladanska e Wang Yu (Foto Gianluca Piu)
La gara iniziale tra Ganna Farladanska e Wang Yu (Foto Gianluca Piu)

Immediata reazione della straniera guilcerina che trema un po’ quando l’avversaria recupera dal 10 – 3 al 10 – 7. Dopo la chiamata del time out arriva il punto della parità. Grande equilibrio anche nella partita decisiva ma dopo il 6-6 e un minuto di sospensione chiamato da Oyebode, Wang Yu prende tre punti di vantaggio grazie ad uno spigolo e ad una risposta lunga della padrona di casa che nel gioco successivo coglie una retina ma la palla sciaguratamente non colpisce il campo avversario e va fuori. Infine saranno 5 i punti consecutivi che consentono a Wang Yu di vincere per 3-2.

L’infelice epilogo scoraggia un po’ il team locale che nella contesa successiva schiera Irina Bàghina, opposta alla frizzante giocatrice azzurra Giorgia Piccolin. Qui scivola tutto più velocemente con l’italo russa che si impegna come può, ma la sua contendente controlla con molta sicurezza tutte e tre le frazioni.

Irina Bàghina alle prese con Giorgia Piccolin (Foto Gianluca Piu)
Irina Bàghina alle prese con Giorgia Piccolin (Foto Gianluca Piu)

Nei cinque precedenti con Wei Jian, Giulia Cavalli aveva prevalso per due volte e la vittoria più fresca risaliva a due mesi fa. Non sorprende dunque se nel comporre la formazione c’era proprio la volontà in coach Oyebode di farle scontrare. E l’atleta magiostrina da subito fa vedere di essere molto in palla. L’italo cinese di casa è costretta ad inseguire anche nel secondo set che perde ugualmente. Ma ha un impeto di orgoglio nel terzo, dominato ampiamente. Sembra l’inizio della rimonta, ma così non è perché la giocatrice ospite prende un margine ampio di vantaggio (9-2) importante che le consente di controllare la rimonta della sino – muraverese che inanella cinque punti consecutivi, ma poi deve arrendersi 11-8.

Simone Carrucciu con Bàghina e Wei Jian (Foto Gianluca Piu)
Simone Carrucciu con Bàghina e Wei Jian (Foto Gianluca Piu)

Il punto della bandiera norbellese porta la firma di Ganna Farladanska entrata in campo con il chiaro intento di riscattare la sconfitta patita da Giorgia Piccolin in campionato. La prestazione dell’ucraina è stata encomiabile perché con i suoi continui e massicci attacchi non ha fatto respirare l’avversaria che si è arresa in tre set.

Si spera in un allungamento della striscia positiva con Wei Jian che è ammirevole in tenacia messa in mostra per oscurare quella Wang Yu che l’ha sempre battuta. La prima frazione termina ai vantaggi in favore dell’ospite. Poi la giallo blu ha pure tre punti di vantaggio (8-5), ma ne subisce sei di seguito. É superba nell’accorciare le distanze. Però Wang Yu è straripante nel set successivo: consegna praticamente la finale scudetto alle sue compagne.

Wei Jian si confronta con Ganna (Foto Gianluca Piu)
Wei Jian si confronta con Ganna (Foto Gianluca Piu)
 

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

 

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

 

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.