Esiti europei ancora aperti dalla Europe Cup Women alla TT Intercup il passo è brevissimo

Il tennistavolo dei sogni ha fatto una fugace puntatina nel piccolo borgo del centro Sardegna. Non è la prima volta e non sarà l’ultima, ma fa sempre un bel po’ di impressione vedere dal vivo campionesse purosangue. Emblematico l’atteggiamento della pongista di Nuragus/Cagliari Eleonora Trudu che non appena ha concluso la battaglia impari con Georgina Pota, sua coetanea e n. 63 del mondo le ha rivelato di essere una delle sue atlete preferite.

Nonostante la sconfitta per 3-1 contro un club che nel 2024 festeggia i cento anni di attività e che da due decadi partecipa ininterrottamente a competizioni targate ETTU con all’attivo un argento e un bronzo in Champions League, un argento in Europe Cup e un bronzo nella Coppa ETTU, nulla è perduto. Ultimamente fa la differenza non l’organico nominale, ma quello che si ha a disposizione nel momento in cui si gioca la gara. Il presidente Simone Carrucciu a fine gara riserva il solito terzo tempo gioioso e rigorosamente bipartisan grazie alla sua costante proiezione all’arte della diplomazia che produce esclusivamente effetti benefici.

Resta il fatto che a Norbello si sia assistito ad un bel confronto con il pronostico ancora incerto in attesa della gara di ritorno prevista giovedì 24 novembre 2022. “In Ungheria andremo con una formazione maggiormente competitiva, decisi a ribaltare il risultato – conclude Carrucciu – e comunque faccio i complimenti a Iana, Veronica ed Eleonora che hanno dato filo da torcere alle avversarie”. E poi un ringraziamento lo rivolge ad una presenza illustre che non è voluta mancare all’appuntamento continentale: “Il Prefetto di Oristano Dott. Fabrizio Stelo è ormai diventato un nostro tifoso e vederlo in palestra a sostenere la squadra mi fa sempre piacere”.

Il prefetto di Oristano Fabrizio Stelo posa con giocatori e dirigenti del Tennistavolo Norbello
Simone Carrucciu e Veronica Mosconi
Postazione diretta streaming con Gianni Ledda e Rebecca Carrucciu
Cena conviviale nell’autentico stile Tennistavolo Norbello
Coppa Europea Femminile – ETTU Europe Cup Woman
Terzo turno – Gara d’andataVenerdì 18 novembre 2022Ore 18:00
Sede di gioco: Palestra Comunale – via AzuniNorbello
Tennistavolo NorbelloSH-ITB Budaörsi Sport Club (Ungheria)13
La presentazione delle squadre (Foto Donisetta Carrucciu)

ANCHE IN ASSETTO PRECARIO IL RISULTATO RESTA IN BILICO

Dispiace che né la polacca Magdalena Sylwia Sikorska, né la romena Alina-Georgiana Zaharia abbiano potuto dare la loro disponibilità per impegni programmati nelle loro nazioni. Come già accaduto a Bolzano nel secondo turno di Europe Cup, il tecnico Domenico Colucci può contare però sulla preziosa collaborazione di Eleonora Trudu che trova sempre coraggio e presenza di spirito nell’affrontare mostri sacri del pongismo continentale. E poi non è da poco condividere la panchina con Iana Noskova arrivata ad essere anche n. 52 del mondo (ora è n. 80). Con loro la sempre generosissima Veronica Mosconi che nel terzo match in programma ha ceduto 3-0 a Maria Fazekas, dopo una bella lotta tutt’altro che impari. La fuoriclasse russa sblocca il risultato non senza patemi contro una Helga Dari comunque agguerrita. Potrebbe superare anche Georgina Pota già andata facilmente al punto con Trudu, però dopo essersi trovata in vantaggio 3-1 nel quinto parziale, si è dovuta arrendere 6-4.

Al servizio Iana Noskova opposta a Helga Dari
Maria Fazekas serve verso Mosconi
Eleonora Trudu affronta il suo mito Pota (Foto Donisetta Carrucciu)
Il big match conclusivo tra Georgina Pota e Iana Noskova (Foto Donisetta Carrucciu)

Nonostante tutto il tecnico Domenico Colucci giudica buona la prestazione: “Penso che sia possibile ribaltare il risultato, non me la sento proprio di dire che la storia è chiusa per il passaggio del turno. Avrei preferito perdere per 3-2 sperando in una doppietta di Iana o un punto a testa tra lei e Veronica; ci siamo andate vicinissime. Purtroppo quando giochi sotto pressione perché obbligata a fare a tutti i costi due punti, come capitato a Iana, non è il massimo. Stesso discorso vale per Veronica. E come sempre ringrazio in modo particolare Eleonora Trudu per la disponibilità”. L’umore e basso ma il coach lucano è tipo che fugge le condizioni deprimenti: “Non è il momento di rammaricarsi e abbassare la guardia – conclude Colucci – perché stiamo attraversando un periodo in cui si giocano due, tre partite alla settimana e non ce lo possiamo permettere”.

Nella panchina norbellesec’è anche Ana Brzan (Foto Donisetta Carrucciu)
Domenico Colucci e Veronica Mosconi
Coppa Europea – TT Intercup (Pool F)
Big Final20 novembre 2022Ore 15:00
Sede di gioco: Rue de Doyard 114Herstal (Belgio)
RCTT Astrid Herstal (Belgio)Tennistavolo Norbello  

IN BELGIO CON LA FORMAZIONE TIPO

Per il match spareggio che immette nella fase che conta della TT Intercup, si vola nella regione belga della Vallonia con una delegazione particolarmente affollata e soprattutto attrezzata per strappare un risultato positivo. Oltre al presidente Simone Carrucciu, e al trio di titolari composto dall’argentino Gaston Alto, dallo spagnolo Javier Benito Rodriguez e da Marco Antonio Cappuccio, ci sarà il tecnico giocatore russo Sergei Mokropolov. E in via del tutto straordinaria anche la sua compagna giocatrice/allenatrice Sonia Ivanova, come tifosa speciale.

Il dopo partita della gara di TT intercup contro gli austriaci dello l’UTTC Ender-Klima Altach

I padroni di casa che militano nella seconda divisione dovrebbero schierare il francese Vincent Lenoir e poi altri tre prospetti autoctoni: Romain Gaspar, Julien Boniver, Thomas Custinne, Basil Ayaou. Approdano alla Big Final dopo aver sconfitto in trasferta i tedeschi dello Zellertal. Lo scorso 21 ottobre il club giallo blu invece sconfisse in via Azuni l’UTTC Ender-Klima Altach (Austria).

Sergei Mokropolov ha militato nel campionato belga e ricorda l’Herstal: “Della squadra che affrontai è rimasto un solo giocatore, però immagino che il livello sia rimasto immutato. Sono però fiducioso sul passaggio del turno che ci consentirebbe di affrontare formazioni più forti”.