3° Concentramento A2 Femminile – Bolzano 08-02-2015

Penultimo concentramento stagionale disputato in quel di Bolzano. La formazione norbellese non riesce a conquistare nessun punto e si prepara per la disputa dei play – out per evitare la retrocessione in serie B.

Sulle prove del Tennistavolo Norbello, che ha dovuto fare a meno della sua giocatrice più forte, Pam Pannak, ecco la testimonianza di Eleonora Trudu che ha impressionato per il buon gioco espresso. “Le gare non sono andate bene, avendole perse tutte. Poi il giorno non solo è arrivato il nostro “coach” Marialucia Di Meo a sostenerci e consigliare, ma c’era anche il capo dei capi, il nostro presidente Simone Carrucciu. Quindi sentivamo ancora di più la partita. Della prima gara è meglio che non parli perché contro lo Zeus sono scesa in campo che ero un morto vivente. La prima partita giocata dalla mia compagna Gohar Atoyan con Nagy è andata male, ma Gohar era molto emozionata e un po’ tesa. Poi l’altra mia compagna Maria Assunta Locci, contro la Sercer, ha perso 3 a 1. Ma per non essere allenata ed esser stata chiamata all’ultimo momento, credo abbia disputato una partita molto bella; si sa che Maria Assunta ha carattere da vendere e la invidio moltissimo. La terza partita è stata una schifezza per me: contro Marta Sarritzu pensavo di essere entrata in campo determinata ed ero convinta di dare il meglio. Purtroppo mi sono uscite una serie di cose che non vorrei mai ripetere; non riuscivo a muovere le gambe e non entrava una palla. Tutto da dimenticare, forse per la mancanza di allenamento, ma quello che mi rimprovero di più è la mancanza di carattere, mi butto troppo giù. In seguito Gohar, dopo essersi calmata, ha vinto contro Ana Sercer. A me va male anche la gara successiva. Con l’arrivo della pausa ne approfitto per riscaldarmi con Maria Assunta e forse questo mi ha dato più sicurezza per la partita contro l’Asola. Infatti sono scesa in campo con la Mescieri che sembravo un’altra persona. Mi entravano i colpi, ero concentrata e ho dimenticato le partite precedenti. Purtroppo al quinto set la paura è tornata e ho perso la partita. Poi perdono sia Gohar (contro Dumitrache), sia Maria Assunta (contro Steshenko). Dopo, dando per favorita Gohar con la Mescieri, abbiamo fatto un errore. Mi spiace per la mia compagna: ha giocato molto bene però queste partite vanno così, basta un attimo. La gara più complicata l’abbiamo giocata contro il Tramin A. Abbiamo perso 4 a 0. Pur perdendo .con Giorgia Piccolin, Gohar ha ben figurato. Contro la Pichler, avversaria dotata di puntini, ho giocato bene, son soddisfatta ma non ho avuto la consolazione di vincere almeno un set. Locci (contro Sattler) è riuscita a strappare un set ma era molto tosta. Infine ho avuto l’onore di giocare con la Piccolin. Mi piace molto il suo gioco e la sua determinazione, è un’ottima atleta. Ora speriamo di rifarci nel concentramento di marzo”.
Alla testimonianza di Eleonora, si aggiunge anche quella della sua compagna, l’italo – armena Gohar Atoyan. “L’assenza di Pam mi ha sorpresa. Per me purtroppo é stata una trasferta “no”: ho giocato malissimo purtroppo. Sono molto dispiaciuta pur essendo stata consapevole di non poter vincere. La sconfitta con Mescieri forse è stata la peggiore prestazione della giornata. Anche contro Nagy non è stato match da incorniciare: pure lei questa volta non sbagliava niente ed io praticamente dormivo. Eleonora invece merita un applauso perché ha giocato molto bene (con un po’ di allenamento riuscirà a migliorare ancora di più). Maria Assunta ogni tanto chiudeva dei set e questo ci dava speranza. Ma non arrivava fino in fondo, purtroppo. Resta una grande perché ci infondeva tanta carica. Un grazie a Marilù Di Meo ed a Simone Carrucciu per il sostegno e la presenza”.

La squadra al completo del Tennistavolo Norbello