Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 08 del 02-11-2015

Comunicato Stampa N° 8 – 02 novembre 2015

UNA QUESTIONE NON SOLO DI ESTETICA

Quasi non fa più sensazione. Ormai la partita doppia è diventata pura routine per il dirigente – regista Alberto Cualbu che deve allestire la scenografia necessaria ad accogliere contemporaneamente quattro squadre in palestra. L’esperienza accumulata consente di perfezionare tanti piccoli dettagli, sfuggiti ai più ma che risaltano quanto il sodalizio giallo blu stia facendo per rendere sempre più appetibili gli appuntamenti sportivi di cartello, che di sicuro non abbondano nell’intero territorio del Guilcer – Barigadu. Se ne è accorto anche il neo sindaco di Norbello Matteo Manca che quasi alla chetichella si è presentato in via Azuni per rendersi conto di persona cosa voglia dire organizzare eventi di questo tipo. Purtroppo si è perso i finali di gara, ma è rimasto sinceramente colpito dalla bravura e la professionalità dei protagonisti che ha avuto modo di osservare. Altri hanno preferito assistere alla gara via streaming attraverso il sito ufficiale della società. Il direttore di Super Tv Oristano Gianni Ledda, che ha ripreso in maniera impeccabile le vicende del match, ha rilevato come gli utenti collegati siano in forte crescita.
Con un humus così fertile i risultati sportivi eclatanti prima o poi dovranno arrivare. Solo le donne fanno un passetto avanti in classifica, confermando la bravura di Anna Farladanska che raggiunge quota sei vittorie su sei. La maschile, ancora senza l’apporto di Daniele Sabatino, è sempre più fanalino di coda del campionato a zero punti. Neanche la prima volta in una panchina di serie A1 da parte del tecnico Tore Scotto è riuscita a portare fortuna ai giocatori che comunque si sono ritrovati a competere con una delle candidate alla vittoria finale. Felice come una pasqua resta il presidente Simone Carrucciu che si gode questo bel feeling multi etnico attecchito tra l’impianto sportivo di via Azuni, la “Casa Tennistavolo Norbello” e la sede di via Mele. “Quando c’è serenità e collaborazione da parte di tutti, sicuramente i problemi quotidiani diventano più leggeri – dice il dirigente – e anche i risultati prima o poi arriveranno, ne sono sicuro. Ringrazio tutti quanti, in primis i dirigenti giallo blu per gli sforzi intrapresi nell’organizzare al meglio questo inizio di stagione in tutte le sue numerose componenti; in futuro faremo ancora di meglio grazie alla sinergie del collettivo, anche se ci sarà tanto da lavorare”.
Nel corso del terzo tempo che ha visto coinvolte tutte e quattro le squadre, amici, dirigenti e appassionati, non è passata inosservata la presenza dei due più titolati giocatori italiani di tutti i tempi: Alessia Arisi, che ha seguito il Castel Goffredo femminile e Massimiliano Mondello.

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Terza giornata di andata – Sabato 31 Ottobre 2015 – Ore 18:30
Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello TT Castel Goffredo (Mantova) 3 3

CONTINUA LA STRISCIA POSITIVA

Un nervo irrequieto condiziona l’umore di Irina Bàghina, per la prima volta in assoluto davanti ai suoi tifosi. Tian Jing non ha bisogno comunque di queste concessioni per esercitare il suo potere, frutto di 33 punti fatti e 19 subiti.
Come sempre Anna Farladanska esce alla distanza perché studia l’avversaria di turno. E infatti la giovane Elisa Armanini, che sostituisce l’atleta coreana Shim Se Rom, la mette un po’ in apprensione solo nel primo set. Poi la nazionale ucraina chiude il cerchio nei restanti due set.
Il primo colpo di scena lo si vede nel terzo incontro quando Wei Jian viene presa alla sprovvista da un’intraprendente Loan Le Thi Hong che le scombina tutti i piani con una tattica esemplare, culminata con la vittoria al quarto set.
Ma l’altra sorpresa della serata la riserva Anna da Odessa che incontra una 100% come lei: Tian Jing. La padrona di casa esprime un gioco pulito, irresistibile, molto audace e preciso. Di sicuro l’italo cinese non sta a guardare ma le sue difese non sono sufficienti ad arginare la foga agonistica che Anna esprime a contatto con la prima avversaria di spessore incontrata in questo campionato. Una prova di maturità passata a pieni voti e che fa sognare i tifosi guilcerini.
Si attende il break delle norbellissime con Irina Bàghina che in vantaggio per 2 a 1 su Le Thi Hong non riesce a chiudere a suo favore. Nella quarta frazione conduce 7 – 5 e subisce sei punti consecutivi. Nell’ultimo set è avanti 6 a 3 e assiste impotente alla rimonta e vittoria della atleta dai tratti orientali.
La Wei jian che si vede nell’ultima sfida della serata non ha nulla a che vedere con quella della prima uscita. Con grande prova di esperienza lascia solo 11 punti alla Armanini.
Si continua a soggiornare nei piani alti della classifica.

DITELO COL CUORE

Massimiliano Mondello (direttore tecnico Tennistavolo Norbello): “La partita l’abbiamo buttata perché Irina non ha saputo gestire i due vantaggi importanti che aveva accumulato negli ultimi due set. Però non dimentico le sue non perfette condizioni fisiche, a riprova che anche fattori esterni non preventivabili stanno condizionando il rendimento. Insomma direi che fino ad ora la sfortuna ci ha preso di mira. La squadra è molto competitiva e può fare un campionato di vertice assieme ad altre due, tre squadre”.

Anna Farladanska: “Sono molto contenta per la prestazione, ma allo stesso tempo tranquilla perché ho fatto semplicemente il mio dovere. Non conosco nessuna avversaria in questo campionato e quindi le affronto con il presupposto che non abbia nulla da perdere. Il successo nei confronti di Tian Jing è maturato perché sono entrata in campo molto concentrata; ma sulla mia prestazione ha inciso anche l’attenta preparazione dei giorni precedenti e il grande sostegno che ho avuto da parte di dirigenti e tifosi. L’esperienza a Norbello la sto vivendo positivamente, tutte le persone che mi circondano sono molto gentili con me, e soprattutto mi sostengono, aspetto molto importante anche per il mio rendimento. Durante la settimana ci stiamo alternando ai fornelli di “Casa Tennistavolo Norbello” ed è divertente confrontarsi con la diversità delle pietanze. Io ho proposto l’insalata russa a base di patate, uova, piselli e maionese e mi ha fatto piacere constatare che sia piaciuta molto a tutti. Mi sto sentendo come se fossi a casa mia, e queste sensazioni le racconterò nei prossimi giorni ai miei amici quando rientrerò ad Odessa, durante questa prolungata pausa di campionato.

Wei Jian: “È stata una partita dai risultati non prevedibili alla vigilia. Il pareggio credo che sia meritato, però anche la mia sconfitta con Le Thi Hong è stata inattesa, come pure la vittoria di Anna nei confronti di Tian Jing. Quindi gira e rigira, il punto ci va molto bene. Piuttosto voglio complimentarmi con queste giovani leve del Castel Goffredo perché stanno crescendo molto bene. La prestazione della Le Thi Ong mi ha colto davvero di sorpresa. Però noi cercheremo di stare più attente quando affronteremo altre forze fresche del pongismo italiano, che non vanno mai prese sottogamba”.

Irina Bàghina: “Sono arrivata tranquilla a Norbello perché sapevo di trovare un ambiente caloroso. Speravo di fare felici tutti con risultati positivi, purtroppo, non è andata bene neanche questa volta. Di sicuro non mi do facilmente per vinta, riproverò alla prossima gara. Questa volta ha inciso anche il mio precario stato di salute, e la conduzione del gioco ne ha risentito. Mi rimprovero che nella seconda sfida non sia riuscita a chiuderla perché ho avuto un totale calo della concentrazione. Ma a parte la mia condotta, ho affrontato delle avversarie forti. Wei Jian e Anna sono un importante punto di riferimento, spero al più presto di contribuire pure io alla causa, ma sono molto contenta per il loro buon rendimento. Ora farò il possibile per allenarmi con più assiduità, perché devo ritrovare il mio gioco. Guardo avanti con ottimismo perché non mi arrendo facilmente”.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Terza giornata di andata – Sabato 31 Ottobre 2015 – Ore 18:30
Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello TT Castel Goffredo (Mantova) 1 4

SABATINO, SPICCIATI AD ARRIVARE!

Il tecnico Tore Scotto, con la complicità di Massimiliano Mondello e Maxim Kuznetsov, compila una formazione avvalorata dal sorteggio favorevole per i giallo blu.
La gara comincia in salita perché l’eroe di Vibo Valentia si arrende subito al cinese Qian Cheng.
Cinque minuti dopo sono già in campo Marco Rech e il russo guspinese. Anche qui non c’è storia con l’azzurro di stanza in Lombardia che infligge una insindacabile sconfitta al padrone di casa. Il ruggito di Panchenko, che piega in tre set Luca Bressan, riapre la partita. Ma un’altra fulminea gara del Mondy nazionale consente a Rech e al Castel di guadagnarsi almeno un punto.
Il match clou della giornata non delude le attese. Panchenko e cinese ospite si sfidano senza esclusione di colpi. Raffiche di bordate prolungate caratterizzano i cinque set dove il russo si smarrisce alla distanza dopo che si era portato sul 2-1. In questo caso è stato abile l’orientale a decifrare il gioco avversario e a porre le immediate controffensive. Purtroppo Artem non è stato a sua volta capace di metterlo in apprensione.

TESTIMONIANZE SINCERE

Massimiliano Mondello: “A breve ritorna tra noi Daniele Sabatino e quindi la musica dovrebbe cambiare. Sarà un sollievo anche per Artem che ormai ha dimostrato di non saper reggere il peso di certe responsabilità. Ha giocato sempre con la paura di compromettere l’andamento dell’intera gara, questa sensazione verrà attenuata perché ripartita tra tutti e tre i giocatori. Continuo a dire che lui dovrebbe entrare in campo badando solo alle sue partite, senza pensare a come incideranno nell’economia della squadra”.

Tore Scotto (allenatore Tennistavolo Norbello): “Sono molto contento di essere stato in panchina, ho constatato come sia piacevole lavorare in sintonia con Massimiliano Mondello e Maxim Kuznetsov. Mi dispiace per la sconfitta, potevamo pareggiare. Per quanto mi riguarda, a Norbello mi stanno arrivando più stimoli, e di conseguenza sono contento e disponibile nell’affrontare nuove esperienze. Viaggio in continuazione, sto conoscendo bella gente e ho tanta voglia di fare”.

Artem Panchenko: “Non sono per niente soddisfatto della prestazione offerta. Mi rimprovero di non essere riuscito ad adattarmi al cambio di gioco del cinese, mentre, per contro, l’avversario ha capito come contrastare il mio servizio. Mi è sfuggita la chiave del gioco. Questo campionato mi sembra molto equilibrato e anche di buon livello. Purtroppo a me non dà serenità il dover giocare senza un terzo titolare competitivo; psicologicamente non è facile dover affrontare questa situazione, perché si vive nel terrore di commettere passi falsi. Ora che rientro in Russia racconterò ai miei amici che qui a Norbello mi sto trovando molto bene, perché ho a che fare con persone splendide, molto generose e ospitali. Sto vivendo un’esperienza diversa e questo mi rende contento. L’unica pecca è che c’è poca scelta per effettuare gli allenamenti, però ci si arrangia ugualmente bene”.
Maxim Kuznetsov: “Purtroppo Rech si è dimostrato atleta più forte, uno degli avversari più complicati. A tanti pongisti il mio stile di gioco può dare fastidio, soprattutto quando rallento il ritmo e assortisco il campionario degli effetti. Con lui però questo stratagemma non funziona, l’avevo già constatato in precedenti sfide. Mi restano poche armi da spianare, solo in qualche punto riuscivo a tenergli testa, ma lui ne confezionava altri tre consecutivi e il risultato finale, purtroppo, parla chiaro. C’è stato da parte mia qualche errore gratuito, e poi dovrei sperare che lui, durante la partita, pensi a tutt’altre cose fuorché al tennistavolo. In Italia secondo me è l’atleta più forte del momento, a prescindere dalle classifiche, che sono molto relative. Non credo che perderà più di una o due gare a stagione. Il campionato sta confermando le mie precedenti tesi: sarà una bella lotta, non c’è una squadra più forte delle altre, non c’è niente di scontato. La classifica finale secondo me risulterà essere molto corta. Lo stesso Castel Goffredo, seppur composto da atleti molto validi, come collettivo non è imbattibile. Probabilmente si giocherà il titolo con Carrara, ma anche la formazione toscana ha schierato un cinese che si è dimostrato molto al di sotto delle aspettative: Crotti e Baciocchi sono costretti a fare due punti a testa”.

Serie C1 Maschile – Girone “N” Nazionale

Terza giornata di andata – Domenica 1 Novembre 2015 – Ore 10:00
Sede di gioco: Quartu S. Elena (Ca)

U.S.D. TT. Zeus Quartu A.S.D. Tennistavolo Norbello 0 5

Tempo un’ora e la pratica è già risolta. I padroni di casa agevolano il compito perché si presentano con una formazione non all’altezza per un campionato di serie C1 nazionale. Vanno a segno due volte a testa Federico Concas, Silvio Dessì. Un punto per il nigeriano Gbenga Kayode. Giallo blu secondi a pari merito con altri tre club.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.

Scarica in formato PDF il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 08 del 02-11-2015

  Foto di gruppo in sede (Foto Gianluca Piu)Artem Panchenko (Foto Gianluca Piu)a dx Maxim Kuznetsov con Mauro Mereu (Foto Gianluca Piu)Anna Farlandaska (Foto Gianluca Piu)  Irina Bagina- Tennistavolo Norbello  Irina sfida Le Thi Hong (Foto Gianluca Piu)Il tecnico Salvatore Scotto (Foto Gianluca Piu) La C1 vittoriosa a Quartu (Foto Gianluca Piu) Massimiliano Mondello (Foto Gianluca Piu) Max Mondello, Carrucciu Simone e Arisi Alessia - Norbello 31-10-2015 Tian Jing e Anna Farladnaska si scaldano (Foto Gianluca Piu) Wei Jian (Foto Gianluca Piu)