Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 16 del 09-12-2016

TROFEO INTERNAZIONALE CITTA’ DI NORBELLO: COME UN TRIS D’ASSI O UN TANDEM COLLAUDATO

Un’accoppiata vincente. Tennistavolo Norbello e Cip Sardegna hanno saputo concepire una manifestazione di grande spessore umano, agonistico, inclusivo, tecnico e spettacolare. Settimo trofeo Internazionale Città di Norbello e Giornata Regionale Paralimpica saranno ricordati per la palestra di via Azuni piena come un uovo, per tanti ragazzini vocianti che si aggirano tra le transenne con un entusiasmo sopra le righe. Ragazzi normali, speciali e disabili che formano un unicum formidabile, in quello che dovrebbe essere sempre lo sport: senza frontiere, dove quel che conta è il saper stare insieme, divertirsi e ed esprimere liberamente le proprie potenzialità. Al Tennistavolo servito in diverse salse (dallo stage regionale paralimpico a quello riservato al progetto giovani, al Quinto Torneo Special e al Trofeo Internazionale), si sono aggiunte le accattivanti discipline di Tiro con l’Arco e Pesistica, entrambe prese d’assalto dai presenti. In serata spazio ai protagonisti del Trofeo che hanno assicurato al folto pubblico degli standard molto alti. Nigeria e Russia si sono spartiti il podio finale: l’africano Seun Ajetunmobi ha prevalso sul suo compagno di scuderia Stanislav Golovanov. Dietro di loro Gbenga Kayode e Maxim Kuznetsov. Il miglior scatto del Concorso Internazionale Obiettivo Tennistavolo è stato quello dell’autoctono Angelo Atzori.

tanta-gente-in-via-azuni-a-norbello-foto-gianluca-piu
tanta-gente-in-via-azuni-a-norbello-foto-gianluca-piu

“La giornata è stata molto soddisfacente – ha precisato Simone Carrucciu, presidente Tennistavolo Norbello e Fitet Sardegna, nonché vice presidente vicario del Cip Sardegna – non è stato facile ma siamo felicissimi. Con l’innesto di Tiro con l’Arco e Pesistica si è creata una bella sinergia che ha coinvolto tantissima gente. La nostra società non sta attraversando un buon momento, ma grazie al supporto di tutti i dirigenti, che ringrazio tantissimo per essersi messi a completa disposizione, ci siamo impegnati a fondo per dare continuità alla nostra idea di fare sport. Segno che ci crediamo veramente. Organizzare una giornata così impegnativa non era per niente facile e scontato, speriamo che tutto continui nei prossimi anni. Ringrazio il CIP Sardegna, i ragazzi speciali, i protagonisti degli stage giovanile e paralimpico, dai tecnici, atleti e sparring, gli atleti che hanno partecipato al Torneo Internazionale le società intervenute, la Fitarco, la FIPE, gli arbitri, gli operatori dell’informazione, l’amministrazione comunale di Norbello, gli sponsor e tutti coloro che si sono voluti avvicinare alla palestra di via Azuni.

il-presidente-simone-carrucciu-e-la-torta-celebrativa-fatta-dalla-sorella-donisetta-foto-gianluca-piu
il-presidente-simone-carrucciu-e-la-torta-celebrativa-fatta-dalla-sorella-donisetta-foto-gianluca-piu

SEUN VINCE CON MERITO

Alla competizione multietnica prendono parte quattordici atleti suddivisi in quattro gironi. Il primo è composto da Seun Ajetunmobi (Nigeria), Riccardo Lisci (Italia) e Ruslan Dudnicov (Russia). Il numero 2 include Stanislav Golovanov (Bulgaria/Russia), Gbenga Kayode (Nigeria) e Federico Concas (Italia). Quattro i protagonisti del terzo: Diana Styhar (Ucraina), Maxim Kuznetsov (Russia), Roberta Perna (Italia), Giacomo Bisiru Taiwo Oladimeji (Nigeria). Ultimo raggruppamento con Felice Leppori (Italia), Carlo Fois (Sardegna) Olayinka Sunday Amoo (Nigeria).

i-partecipanti-al-trofeo-internazionale-foto-gianluca-piu
i-partecipanti-al-trofeo-internazionale-foto-gianluca-piu

Il vincitore Seun Ajetunmoby comincia la sua scalata nel tabellone finale ad eliminazione diretta sconfiggendo in quattro set Diana Styhar che nella fase eliminatoria ha battuto clamorosamente Oladimeji Bisiru Taiwo. Di seguito non lascia nemmeno un set al connazionale Gbenga Kayode. Stanislav Golovanov accede alla finale imponendosi prima su Ruslan Dudnicov in tre set e poi su Maxim Kuznetsov in quattro parziali. In finale Ajetunmobi si mostra superiore al russo bulgaro: termina 3-1 con gli applausi scroscianti del pubblico.

un-momento-della-finale-foto-gianluca-piu
un-momento-della-finale-foto-gianluca-piu

“É stata una iniziativa lodevole – ha commentato a fine torneo Maxim Kuznetsov – soprattutto bello il colpo d’occhio sulla palestra con tanta gente che si divertiva a giocare nelle tre discipline. In tanti sono rimasti anche a vedere il torneo e questo mi ha fatto enormemente piacere. Come al solito è stato ben organizzato. I pronostici sono stati rispettati. Mi complimento con Seun, mi fa piacere che abbia vinto, si conferma buon giocatore. Stanislav mi ha confidato di non essere stato molto concentrato, di sicuro non ha dato il massimo”.

il-podio-della-settima-edizione-del-trofeo-citta-di-norbello-foto-gianluca-piu
il-podio-della-settima-edizione-del-trofeo-citta-di-norbello-foto-gianluca-piu

GLI STAGE REGIONALI SONO SEMPRE UTILI

Tanti sparring di supporto hanno fatto si che i due stage mattutini dedicati al Progetto Giovani e ai Paralimpici fossero pieni in ogni senso. Da una parte il tecnico regionale Francesca Saiu e Domenica Ferrara dello staff federale del Progetto Giovani Italia, dall’altra l’ospite d’eccezione Alessandro Arcigli (direttore tecnico della Nazionale Italiana Paralimpica di Tennistavolo), con la invidiabile nomea di aver contribuito alla conquista di sei medaglie nelle ultime tre edizioni delle Paralimpiadi. I sorrisi soddisfatti dei protagonisti a fine lavori, dimostrano quanto sia stato vissuto intensamente il doppio stage.

durante-lo-stage-giovanile-regionale-foto-gianluca-piu
durante-lo-stage-giovanile-regionale-foto-gianluca-piu

“Con gli atleti paralimpici ho lavorato soprattutto con i disabili fisici – puntualizza Arcigli – e abbiamo svolto tre ore di allenamento, coadiuvati da numerosi sparring locali. La mattinata è stata molto produttiva e nel pomeriggio abbiamo assistito ad un bellissimo torneo riservato agli atleti con disabilità intellettiva e relazionale che si sono perfettamente integrati con gli atleti normodotati. É stata una giornata veramente eterogenea, variegata e molto interessante. Il movimento in Sardegna è dinamico, con un presidente esplosivo che con il suo entusiasmo sta contagiando più società. Il far interagire insieme i giovanissimi con gli atleti paralimpici è un’idea indubbiamente vincente. Far convivere nella stessa palestra, contemporaneamente, atleti paralimpici con disabilità intellettiva, atleti con disabilità fisica, e giovanissimi atleti normodotati, è una scommessa che può dare solo molteplici vantaggi. Di tutta la manifestazione ho un ricordo positivo perché le barriere vanno abbattute nei fatti e non soltanto con le parole”.

alessandro-arcigli-nella-sede-del-tennistavolo-norbello-foto-gianluca-piu
alessandro-arcigli-nella-sede-del-tennistavolo-norbello-foto-gianluca-piu

TORNEO SPECIAL AFFOLLATISSIMO

Il quinto Torneo Special parla catalano. Sono stati quattro atleti dello Special Barca di Barcellona ad occupare l’intero podio. Riescono a vincere la concorrenza dei sempre simpatici e combattivi atleti della Polisportiva Olimpia Onlus coordinati dall’infaticabile muraverese Severino Nino Urrai. Per loro giornate molto impegnative perché fino all’undici dicembre saranno impegnati nel Trofeo di Calcio a 5 “Cagliari No Limits” a cui partecipano anche altre compagini spagnole e del Principato di Monaco.

foto-di-gruppo-tra-i-partecipanti-del-trofeo-special-foto-gianluca-piu
foto-di-gruppo-tra-i-partecipanti-del-trofeo-special-foto-gianluca-piu

A Norbello Cristian Rodriguez ha preceduto Marcelo Tudela, Daniel Damao e Adriano Navarro. A fine competizione sono stati premiati tutti i partecipanti.

il-podio-del-torneo-special-foto-gianluca-piu
il-podio-del-torneo-special-foto-gianluca-piu

MICROFONO APERTO IN VIA AZUNI

Il lavoro svolto è stato eccellente. Lo si evince anche dalle testimonianze raccolte in palestra. “Siamo riusciti a coinvolgere tre sport – esordisce il presidente del Cip Sardegna Paolo Poddighe – in un’idea che ci era balenata già dallo scorso anno. La formula mi è sembrata vincente, perché oltre al Tennistavolo, che rappresenta la disciplina sportiva di riferimento, sono stati coinvolti Tiro con l’Arco e Pesistica, sia per normodotati, sia per disabili. E credo che questo sia il format da portare avanti nel 2017, abbinando più federazioni”.

paolo-poddighe-7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016
il-presidente-del-cip-sardegna-paolo-poddighe-foto-gianluca-piu

File lunghissime anche nella zona degli arcieri: “La nostra è una disciplina piacevole – chiosa Pino Spanu, presidente regionale Fitarco – tutti volevano sperimentarla e c’è gente che ha fatto la fila anche tre volte. Siamo stati ben felici di metterci a loro disposizione. Quasi tutti non avevano mai provato, per loro è stato tutto molto bello e gradevole”.

si-prova-anche-col-tiro-con-larco-foto-gianluca-piu
si-prova-anche-col-tiro-con-larco-foto-gianluca-piu

Toni entusiastici pure dal reparto Pesistica: “È stato un benaccetto ritorno a Norbello – risponde Roberto Tola, presidente regionale FIPE –  perché nell’impianto comunale già disputammo delle gare di pesistica olimpica tradizionale. Siamo stati accolti benissimo, e in occasione della Giornata Regionale Paralimpica torniamo volentieri. Abbiamo portato diversi atleti già tesserati con noi che fanno gare”.

7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-6
si-prova-anche-la-pesistica-foto-gianluca-piu

Anche il settore scolastico si prodiga per lo sport e i disabili: “Gli amici Simone Carrucciu e Paolo Poddighe – testimonia il Coordinatore regionale Miur Educazione Fisica e Sportiva Andrea Delpin – hanno fatto in modo che ci fosse una manifestazione nel loro stile, cioè privilegiando l’inclusione, coinvolgendo tutti, sia ragazzi disabili, sia persone normali. Ho visto atleti che pur non essendo di alto livello, giocano con passione e per il piacere di stare assieme. Trovo che lo sport debba riconciliarsi con la socializzazione e il gusto di giocare, vincere e perdere”.

da-sx-tola-poddighe-delpin-spanu-e-carrucciu-foto-gianluca-piu
da-sx-tola-poddighe-delpin-spanu-e-carrucciu-foto-gianluca-piu

ANGELO ATZORI, PROFETA IN PATRIA

Numerosi gli scatti giunti a Norbello per onorare la sesta edizione del Concorso Fotografico Internazionale “Obiettivo Tennistavolo”. La giuria di esperti ha deciso di riservare il primo premio ad Angelo Atzori del Guilcer che ha intitolato la sua opera “Ping Pong Natalizio”.

7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-13
la-foto-vincitrice-foto-gianluca-piu

Vince una fotocamera compatta digitale e una custodia Tucano. Al secondo posto lo scatto di Renata Busettini da Torino intitolato “Abilità”. Per lei una borsa per fotocamera Reflex e più cover I-pad Tucano.

7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-12
la-foto-seconda-classificata-foto-gianluca-piu

Il terzo premio va alla foto “Dal più piccolo al più grande” realizzata da Nicoletta Minervini di Molfetta. A lei è stato riservata una borsa per fotocamera digitale e una cover per smartphone Tucano.

7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-11
la-foto-terza-classificata-foto-gianluca-piu
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-1
la-simpatissima-Federica
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-4
momenti-del-Torneo-Special
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-2
Daniel-Maris-Tennistavolo-Norbello
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-3
Momenti-dello-stage-giovanile-regionale
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-5
Torneo-Tennistavolo-Special
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-9
da sx Tista Mele (Vice-Presidente Tennistavolo Norbello) e Simone Carrucciu (Presidente Tennistavolo Norbello)
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-7
Il terzo tempo del 7° Trofeo Città di Norbello
7-trofeo-citta-norbello-08-12-2016-8
Il terzo tempo del 7° Trofeo Città di Norbello
Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.