Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 16 del 30-11-2014

Comunicato Stampa N° 16 – 30 novembre 2014

MARINA CONCIAURO E LU LEYI RITROVANO IL SORRISO

Tre punti su quattro e tanta contentezza. Il team giallo blu consuma la tradizionale cena nella sede di via Mele con immensa soddisfazione per gli ultimi exploit delle formazioni di A1. Le ragazze ottengono due punti importantissimi che le evitano di stazionare nelle zone melmose della classifiche, ritrovandosi addirittura ad un solo punto dalla vetta. Seppur senza Niko Stefanova superano il Vallecamonica grazie anche all’apporto di Marina Conciauro che non solo ritorna alla vittoria ma realizza un gratificante due su due.
Piccola impresa anche per i ragazzi che sull’orlo del baratro ritrovano il filo della speranza recuperando tre punti di svantaggio al Falcon Palermo. E il cinese Lu leyi partecipa attivamente alla rimonta.
“La vittoria nel femminile ci voleva – analizza il presidente del Tennistavolo Norbello Simone Carrucciu – c’è stato un grande orgoglio di squadra con la ritrovata verve vincente di Marina. Con l’assenza di Niko Stefanova niente è più scontato, soprattutto in queste partite che sulla carta sembrano facili ma in realtà non lo sono. Non mi ritengo contento della prestazione dei ragazzi ma faccio loro comunque un plauso perché hanno rimesso in carreggiata una partita ormai compromessa. Meno male perchè il Falcon continua a stare dietro di noi”.
Ancora a punteggio pieno la formazione di D2 che supera agevolmente anche la valida formazione del Cagliari TT.

ATTENZIONI PUNTATE SUL TORNEO INTERNAZIONALE CITTÁ DI NORBELLO

Dicembre è alle porte e con la festa dell’Immacolata arriva puntuale il Torneo Internazionale Città di Norbello con l’annesso concorso fotografico. Nella palestra di via Azuni, come già accaduto in altre quattro edizioni, sfileranno giocatori provenienti da diverse nazioni in un pomeriggio sportivo di alta qualità. Entro oggi devono pervenire anche gli scatti da parte di chi vuol partecipare alla Quarta edizione del Concorso Fotografico Internazionale che mette in palio anche una fotocamera compatta digitale. Il regolamento e le modalità di iscrizione si possono scaricare dal sito www.tennistavolonorbello.it

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Quinta giornata di andata – Sabato 29 Novembre 2014 – Ore 18:30

A.S.D. Tennistavolo Norbello ASD Tennistavolo Vallecamonica (Bs) 4 1

SALDAMENTE AL SECONDO POSTO

Senza l’apporto di Niko Stefanova non è così semplice spuntarla sulle avversarie. Per questo motivo i punti conquistati dalle norbellissime valgono doppio. Marina Conciauro ha tanta voglia di girare pagina dopo un inizio di campionato avaro di gratificazioni. L’incontro inaugurale con la romena Emiliana Dragnea fa al caso suo perché lo porta a compimento senza cadere nelle trappole psicologiche che la frenarono nelle giornate precedenti. A seguire la greca Angeliki Papadaki mantiene la sintonia e incamera il secondo successo della serata con lo stesso punteggio fatto registrare dalla compagna (3 – 1), stavolta ai danni della promessa Veronica Mosconi. Perde senza deludere Marialucia Di Meo che non si fa mai distanziare eccessivamente dalla forte Elisa Trotti. Nella seconda turnazione la pongista ellenica del Tennistavolo Norbello mette al tappeto anche Dragnea. Con il morale alle stelle Marina Conciauro chiude la pratica sgominando anche Elisa Trotti.

VOCI SQUILLANTI DEL DOPO GARA

Marialucia Di Meo: “Volevamo che Marina evitasse di incontrare la Mosconi perché ultimamente era la sua bestia nera. E poi non avevamo un’idea precisa di quello che potessero fare le avversarie perché sono tre giocatrici equilibrate, non hanno né punti di forza, né punti deboli. Non ci restava altra soluzione che schierare la formazione tipo.
Ho dato il massimo, sono contenta, ero sempre lì, però manca l’esperienza e soprattutto l’abitudine alla partita che ti permetta di giocare con sicurezza i punti decisivi. Per noi un pareggio era già importantissimo, però nel vedere la Trotti giocare un po’ sotto tono ero sicura che Marina ce l’avrebbe fatta. I due punti di Angy erano scontati. Quando Marina è partita bene con la loro straniera il pareggio era già sicuro. I consigli che le abbiamo dato su come affrontare la Trotti sono serviti e ha giocato benissimo.
Ci è servito allenarci costantemente con le palline nuove, specie con Marina con la quale mi trovo molto bene. Il gioco che esprime Angy è più complicato e potente, troviamo maggiori difficoltà nel block, tra noi c’è più continuità in campo e questo è utile anche in allenamento”.

Marina Conciauro: “L’ho sempre detto, la ruota prima o poi gira. I segnali c’erano, stavo giocando bene, ho continuato ad allenarmi con costrutto per tuta la settimana e finalmente i risultati sono arrivati. Non conoscevo per niente la rumena e non avevo idea del suo gioco. Da subito mi sono trovata a mio agio. Soprattutto con la testa. Sono andata avanti due a zero poi ho avuto un piccolo calo nel terzo set, nel quarto sono andata spedita con un largo margine di vantaggio. Oggi mi sono trovata bene anche con la pallina nuova. Mi sono sforzata per metterla spesso in campo, diversamente dalle altre volte in cui sparavo forte perché con la vecchia pallina si poteva fare. Oggi l’aspettavo e la “strisciavo”.
Sono contenta di aver battuto Elisa Trotti perché è giocatrice che soffro tantissimo; sono più le volte che ci ho perso e quindi questa vittoria è magica. In chiave salvezza siamo belle tranquille, d’ora in poi possiamo giocare più sciolte. Angy è sempre da numero 1, fa sempre i suoi punti senza problemi. Soprattutto con questo tipo di squadre che non le crea particolari problemi. Anche Marialucia ha il grande pregio di sapersela cavare con tutte, mette il cuore in ogni punto. Nei giorni che hanno preceduto la gara mi sono allenata con lei, abbiamo provato tanti schemi e devo dire che mi trovo bene: Mi mette in palla. Prima della gara ero molto carica. Con Cortemaggiore sarà tutta un’altra sfida, tra l’altro con l’incognita sulla presenza o meno di Niko Stefanova”.

Angeliki Papadaki: “Non mi aspettavo questa vittoria anche perché avevo poche notizie sulle reali potenzialità di Dragnea e Mosconi, mentre Trotti l’avevo affrontata lo scorso anno. Marialucia mi aveva messo in guardia soprattutto sulla pericolosità della rumena, fortunatamente oggi non è apparsa impeccabile.
Mentre non è facile da interpretare la tattica della Mosconi. Le ho ceduto un set perché inspiegabilmente ho velocizzato il ritmo. Marina invece ha giocato davvero molto, molto bene, l’ho vista concentrata in tutte e due le sfide. Facendo sempre due punti, sia io, sia lei, possiamo toglierci altre soddisfazioni. Marialucia si esprime sempre bene, l’unica sua pecca è che quando il set sta per terminare tende a velocizzare un po’ troppo gli scambi. Mi alleno molto tutti i giorni sia con la tailandese Pam, sia con Provas. E poi tre volte alla settimana vado a fare palestra all’Angel’s Club.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Quinta giornata di andata – Sabato 29 Novembre 2014 – Ore 18:30

A.S.D. Tennistavolo Norbello ASD Falcon Palermo 3 3

TRE ORE E MEZZO PER LA PARTITA DAI DUE VOLTI

L’inizio è drammatico, colmo di asperità e senza via d’uscita per i padroni di casa. Francesco Lucesoli patisce il gioco di Mattia Crotti al punto che in due set riesce a mettere a segno solamente cinque punti. Più combattuta la terza frazione nella quale l’atleta ospite deve sudare fino ai vantaggi per conquistare il primo punto. Maxim Kuznetsov fa sua la prima sessione, ma in seguito il suo gioco non trova più lucidità e gli otto punti totali nei successivi tre set ne sono la dimostrazione. Forse perché demoralizzato dalle prestazioni incolori dei suoi compagni anche Lu Leyi perde la tramontana contro l’anello meno forte del club siciliano: Rocco Conciauro è abile nell’approfittare del poco smalto mostrato dall’avversario e viene superato ai vantaggi del quinto.
Francesco Lucesoli incarna il ruolo di uomo della riscossa. Ci vogliono ben cinque set per domare un Tomasi che si è trovato anche nella condizione di vincere il match. Si continua a sudare freddo anche nella tenzone tra Lu Leyi e Crotti. I due duellano fino in fondo: al quinto set il giocatore del Falcon ha due match point a disposizione ma li sciupa subendo la rimonta dell’orientale che inanella quattro punti consecutivi. Il colpo di reni finale è di Maxim Kuznetsov dopo altre cinque frazioni dove il risultato è sempre in bilico. In vantaggio di due set, il russo guspinese si fa recuperare ma riesce ad amministrare meglio in quello decisivo e regala al team un pareggio insperato.

GIUDIZI DEI PROTAGONISTI

Provas Mondal (Tecnico Tennistavolo Norbello): “Un allenatore non deve mai perdersi d’animo, neanche quando la partita sembra definitivamente compromessa. Situazioni simili le ho vissute spesso in passato, e quindi ho chiesto ai miei giocatori di crederci fino all’ultimo perchè c’erano ancora diverse opportunità per acchiappare il pareggio. Alla fine posso ritenermi contento. Solitamente la nostra partenza è lenta, mentre i nostri avversari rispondono con più sprint e prendono un buon margine di vantaggio. A volte riusciamo a recuperare, altre volte no. Dopo lo 0-3 i ragazzi hanno sviluppato tanta rabbia in corpo che alla fine si è trasformata in energia positiva, perché dentro di loro pensavano che peggio di così non potevano andare.
Il problema di Lu Leyi va essenzialmente ricondotto alla mutata sensibilità della pallina e il gap va colmato con duro allenamento; spero che stia finalmente trovando il giusto approccio con essa.
Francesco e Maxim sono stati come degli angeli. Quest’ultimo dopo tanto tempo ha cominciato a giocare bene, sta prendendo il suo ritmo; Lucesoli ha dato una grande mano”.

Maxim Kuznetsov: “Più del risultato finale, spero che la vittoria di Lu Leyi, molto tirata e voluta, lo sblocchi. Anche a me mancava da un po’ il successo personale. Pur soffrendo più del dovuto è arrivato e anche in questo caso spero che ci dia maggiore consapevolezza su quello che dobbiamo fare nelle prossime partite. La gara è stata dai due volti, abbiamo cominciato male, soprattutto Lu Leyi ci ha lasciati interdetti perché non ci stava questa sconfitta. Quanto alla mia prima sfida era partita bene, dopo il primo set sembrava che avessi qualche soluzione vincente; invece ho cominciato a sbagliare tutto, facendo un favore a Stefano Tomasi perché non ha speso molte energie per aggiudicarsi l’incontro. La giudico tra le peggiori gare stagionali. La nostra rimonta è ricominciata dalla vittoria di Francesco su Tomasi, non facile perché si stava incanalando male. Poi Lu Leyi ha fatto la sua migliore prestazione stagionale. Siamo contenti che non abbiamo perso, il punto è prezioso, ma anche alla vigilia ci stava. Però da come è andata lo dobbiamo prendere come guadagnato”.

Francesco Lucesoli: “Partita stranissima che ci siamo complicati troppo perché partire così a questi livelli è deleterio. Siamo riusciti a rimettere in piedi il tutto ma abbiamo corso un rischio troppo grosso da non ripetere in futuro. Fermo restando il valore dell’avversario, contro Crotti di solito ne viene fuori una sfida molto combattuta. Oggi non sono mai entrato in partita, a causa di alcune scelte tattiche errate. Quando a questi giocatori lasci troppi spazzi all’inizio, poi diventa difficile riequilibrare le sorti dell’incontro. Nel terzo set ero riuscito a reagire, forse vincendo
lo sarebbe iniziata una nuova partita che sarebbe stata comunque complicata. Nonostante lo zero a tre ognuno di noi ha continuato a dare il proprio contributo. Quella con Tomasi era una partita difficile già in condizioni normali, in quel momento anche di più, soprattutto se si tiene conto che al quinto set era in vantaggio. In qualche maniera sono riuscito a portarla a casa, poi Lu Leyi è riuscito a far vedere finalmente quello che vale, nella partita più difficile. Poi è arrivato il punto di Max alla fine. Ricavare un punto da una serata così è positivo”.

Serie D2 Maschile – Girone “B” Regionale

Quinta giornata di andata – Sabato 29 Novembre 2014 – Ore 16:00

A.S.D. Tennistavolo Norbello Cagliari TT 5 1

LA D1 E’ SEMPRE PIU’ VICINA

Dopo il Guspini A, era l’avversaria più temibile. Ma la superiorità dei locali si è rivelata nuovamente schiacciante. Un solo punto perso, quello di Antonio Ledda contro il forte serramannese Mariano Zucca. Ma i soliti Silvio Dessì e Nazzaro Pusceddu confezionano due successi a testa, mentre in chiusura c’è gloria anche per Peppe Mele che si impone su Beniamino Pillittu.

Antonio Ledda: “Abbiamo affrontato avversari di buona qualità e di livello superiore, specialmente Mariano Zucca che a me ha procurato parecchie difficoltà e infatti mi ha battuto. Sono stato fermo per cinque anni, mi manca l’intensità di gioco con avversari della mia portata. Aggiungiamo altri due punti importanti in un campionato che sta andando benissimo. I miei compagni Nazzaro Pusceddu e Silvio Dessì sono ottimi giocatori, li conoscevo benissimo perché ci avevo già giocato contro quando militavo nella mia vecchia squadra del Macomer e già allora erano molto ostici. In questo campionato non hanno nessun problema perché si allenano costantemente e sono di un livello superiore. Peppe Mele mi è apparso troppo nervoso ma gli ho spiegato che non può pretendere, entrando a freddo, di sviluppare immediatamente delle prestazioni maiuscole. Nonostante tutto ha vinto fornendo una valida prestazione”.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.

Scarica in formato PDF il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 16 del 30-11-2014

La presentazione della A1 femminile (Foto Gianluca Piu)

Conciauro e Dragnea (Foto Gianluca Piu)Di Meo e Trotti (Foto Gianluca Piu)Papadaki al servizio contro Mosconi (Foto Gianluca Piu)Maxim Kuznetsov e Stefano Tomasi (Foto Gianluca Piu)Il match tra Lucesoili e Crotti (Foto Gianluca Piu)Lu Leyi e Rocco Conciauro (Foto Gianluca Piu)Antonio Ledda affronta Zucca (Foto Gianluca Piu)La presentazione della A1 maschile (Foto Gianluca Piu)