Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 18 del 08-01-2016

Comunicato Stampa – N° 18 – 08 gennaio 2016

LA RUOTA COMINCIA A GIRARE

Prima deliziosi malloreddus impregnati di funghi e carne macinata, poi un eccellente agnello in umido insaporito dagli immancabili carciofi. Mangiano di gusto i portacolori locali nella fraterna magione di via Mele. Il primo successo stagionale della maschile ed un brillante pareggio delle norbellissime vanno celebrati nel migliore dei modi. Le delegazioni lombarde e piemontesi hanno vissuto il tradizionale terzo tempo in terra guilcerina con stati d’animo differenti. I giovani del Tennis Tavolo Torino non si aspettavano di capitolare, figuriamoci dopo appena quattro partite; le portacolori bagnolesi hanno rischiato di tornare a casa con un pugno di mosche sebbene le padrone di casa abbiano giocato senza la titolare Bàghina e fossero in vantaggio per 3 – 1.
Per Maxim Kuznetsov e compagni la permanenza nella serie diventa fattibile, mentre la zona play off continua ad essere una concreta aspirazione tra i ranghi rosa.
Come preambolo alla sua dichiarazione, il presidente Simone Carrucciu si affida scherzosamente ai numeri: “Abbiamo ottenuto il 75%, come il mio anno di nascita e forse non è un caso”. Poi aggiunge: “Sul fronte femminile è un punto guadagnato, anche se, in circostanze diverse, Wei Jian avrebbe potuto fare il colpaccio sulla Steshenko. Ma ha dimostrato di essere una grande professionista. Ganna Farladanska si conferma atleta con una marcia in più. Ringrazio tantissimo Maria Assunta Locci per aver onorato la causa e nel contempo esprimo tutto il mio dispiacere per l’infortunio che l’ha costretta all’abbandono. Complimenti ai ragazzi perché nel match, a mio avviso da ultima spiaggia, sono riusciti a totalizzare il risultato ideale in previsione di un’eventuale chiusura a pari punti con il team piemontese. Un bravo lo merita Artem Panchenko che, seppur in difficoltà, ha ottenuto due successi. Maxim si è dimostrato solido e l’arrivo di Daniele Sabatino ha confermato che se avessimo cominciato il campionato con lui, adesso non ci ritroveremmo con soli tre punti in classifica. E questo è il più grande rimpianto”.

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Settima giornata di andata – Mercoledì 06 Gennaio 2016 – Ore 18:30
Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello – Polisportiva Bagnolese A.S.D. 3 3

UN PUNTO CHE CONFERMA LA ZONA PLAY-OFF

Maria Assunta Locci calca nuovamente i palcoscenici della A1 dopo un’assenza di oltre dieci anni. Lo fa per una nobile causa: sostituire l’indisponibile Irina Bàghina. Le sue due compagne hanno preparato il match con assoluta serietà. E lo si vede subito quando Ganna Farladanska non dà respiro alla veterana Cristina Semenza che realizza in tutto sedici punti. Una strepitosa Wei Jian illude la sua connazionale Liang Yuqi concedendole con apparente semplicità la prima frazione. Prese le misure, la sino muraverese cambia strategia, attacca di meno e persevera con il suo rinomato approccio difensivo. Il terzo set è più equilibrato ma Wei Jian sciupa una palla set e perde ai vantaggi. Un po’ di apprensione nel proseguo quando la pongista locale subisce sette punti consecutivi disperdendo un vantaggio di cinque lunghezze (7 – 2). Ma ha ancora pazienza e fiato da vendere e si rifà sotto vincendo di misura. Nella partita decisiva si fa recuperare il vantaggio iniziale (3 – 0) ma dal 6 – 6 è un crescendo che la conduce alla vittoria finale.
Maria Assunta Locci affronta Tania Steshenko ma la contesa dura un paio di minuti perché l’atleta campidanese deve fermarsi a causa del riacutizzarsi di una lesione al mignolo. Rientra nuovamente in campo Liang Qi, stavolta opposta a Farladanska. L’avvio della nazionale ucraina è preoccupante. Perde 11 a 6 e nella frazione successiva si trova in svantaggio di 8-6. Conforta vederla rifiutare il minuto di sospensione, convinta che troverà una via d’uscita. E così è perché inanellerà cinque punti consecutivi. Le due straniere danno vita a delle schermaglie agonistiche veloci, precise, potenti e strappa applausi. Nel terzo set Ganna va avanti di cinque lunghezze, ma l’atleta della Bagnolese recupera, finché non arrivano altre tre perentorie bastonate. Nel quarto e ultimo set la giallo blu prende un serio vantaggio (6-0) che le permetterà di capitalizzare la vittoria finale.
Semenza accorcia le distanze su Locci.
Non rimane altro che assistere ad un epilogo interessante tra Steshenko e Wei Jian. Vincerà l’ospite per 3 – 0, ma nel secondo set Wei Jian subisce sei punti consecutivi dopo essere stata avanti per 9 – 5. Durante la rimonta di Steshenko l’italo cinese ha cercato conforto dalle compagne che in quel frangente erano distratte. Un atteggiamento che l’ha fatta andare su tutte le furie, al punto che nell’ultimo set non ha praticamente giocato (11-2) Fortunatamente dopo cinque minuti ha ritrovato sorriso e serenità interiore.

PILLOLE DIGESTIVE

Wei Jian: “Non era facile ottenere punti con questa squadra. Onestamente, visto che praticamente abbiamo giocato in due, pensavo ad una sconfitta per 1 – 4. Invece sul 3 a 2, ho pensato che non fosse proibitivo vincere. Sono soddisfatta della mia gara con Lian Yuqi. Potevo fare di più anche contro Tania, però non voglio cercare scuse superflue, è andata così e basta, d’altronde lei era favorita. Certo è che se nel secondo set fossi riuscita ad amministrare al meglio i punti di vantaggio, la partita avrebbe potuto prendere una piega diversa. Ho avuto un gesto di stizza perché non mi sentivo sostenuta dalle compagne, visto che sentivo di poter far mia la partita. Ma il nervoso mi è passato subito dopo la gara, devo imparare ad essere più calma in questi frangenti. Sto attraversando un buon stato di forma e quando entro in campo ho sempre come obiettivo primario la vittoria, specie quando devo affrontare avversarie più forti, perché poi la soddisfazione è ancora maggiore rispetto ai successi facilmente pronosticabili. Però vincere fa sempre bene a prescindere”.

Ganna Farladanska: “Per me è stato semplice battere Semenza perché solitamente mi alleno con mancini e lei faceva al caso mio. Con la donna cinese le cose si sono complicate perché ha espresso un buon gioco dove rimetteva sempre in campo la pallina con autorità e precisione. Mi dispiace che Wei Jian non abbia potuto beneficiare del nostro aiuto, in molti stavano a parlare senza prestare la giusta attenzione alla sua situazione. Pure io ad un certo punto mi sono fatta distrarre dall’andamento dei nostri colleghi maschi. Finora posso ritenermi soddisfatta per il mio rendimento e di quello della squadra. Spero che la seconda metà della stagione non sia peggio. Da parte mia c’è l’intenzione di prepararmi per affrontare al meglio il girone di ritorno”.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Settima giornata di andata – Mercoledì 06 Gennaio 2016 – Ore 18:30
Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello – Tennistavolo Torino 4 0

PER ARTEM PANCHENKO È LA SECONDA DOPPIETTA CONSECUTIVA

Esordio fortunato in panca per il tecnico Salvatore Scotto che aggiunge un’altra piccola perla alla sua carriera pluriennale. La prima pietra del successo la posa Artem Panchenko dopo una gara tirata giocata sui nervi e dove è stato bravo ad interpretare al meglio i momenti importanti nei confronti di un Gabriele Pinto che già nel girone di ritorno potrebbe rivelarsi molto più pericoloso.
Daniele Sabatino ha dato il colpo di grazia alla compagine allenata dal cinese Jiang Zilong, nonostante preferisse affrontare Pinto anziché Piccolin. Ma anche gli avversari girano la formazione e…
Il siculo di stanza a Norbello non parte convinto di farcela; infatti è sempre costretto ad inseguire ma al quinto set fa prevalere la sua maggiore esperienza.
Torino si demoralizza ulteriormente e per Maxim Kuznetsov la strada si spiana velocemente al cospetto di un Nicholas Frigiolini che non accenna ad una minima reazione. Il tutto è completato dal russo giallo blu che dopo aver superato brillantemente i primi due set, acquisisce un congruo vantaggio anche nel successivo. Ma sul 9 a 2, come spesso accade in questa disciplina imprevedibile, Jordy Piccolin ritorna sotto prendendo fiducia dopo alcuni punti realizzati quasi a caso. Quando la situazione è in perfetta parità, l’atleta di casa riprende lucidità e, seppur ai vantaggi modella il 4 – 0 finale.

PRIME DICHIARAZIONI DA DUE PUNTI

Salvatore Scotto (Allenatore Tennistavolo Norbello): “La partita stava prendendo una piega diversa rispetto a quello che poi sarà il risultato finale. Fortunatamente Panchenko ha risolto a suo favore il primo match, Sabatino pur soffrendo ce l’ha fatta, e poi il nostro veterano Maxim ci ha assicurato la certezza di un punto. Con la sua seconda vittoria Panchenko ha decretato la fine delle ostilità nel migliore dei modi. Ho riscontrato maggior affiatamento di squadra rispetto ad altre volte, ormai è acclarato che se si va in campo col terzetto titolare le sicurezze aumentano”.

Artem Panchenko: “Sono contento per i due punti, un po’ meno per le mie prestazioni anche se essere riuscito a risolvere a mio favore le situazioni più intricate mi ha aumentato l’autostima. Attendo le prossime sfide con l’intenzione di fare meglio, considerato che adesso conosco i protagonisti di questo campionato e potrei ottenere qualche rivincita”.

Daniele Sabatino: “Per circa due mesi non ho disputato gare ufficiali perché mi trovavo negli Stati Uniti in veste di allenatore. Quando sono rientrato qui è stato difficile riprendere confidenza con il campionato più importante e infatti col Mugnano ho sofferto i prevedibili problemi di ambientamento. In questi venti giorni mi sono allenato con assiduità sia a Messina, sia a Norbello. Contro il Torino non ero al massimo ma ho tenuto bene mentalmente e dal punto di vista fisico non mi sono trovato in affanno. Questo mi ha consentito di ragionare parecchio contro Piccolin, giocatore che a me ha sempre dato molto fastidio e con cui recentemente ho perduto in più circostanze. Ora acquisto sicuramente maggiore fiducia in previsione delle prossime partite soprattutto perché la mia vittoria è stata decisiva ai fini del risultato finale. Spero che al momento di ritornare in America, possa aver contributo ad riservare una posizione più tranquilla alla mia squadra”.

Maxim Kuznetsov: “La gioia per questo risultato rotondo è immensa. È un successo che vale doppio perché arrivato con una diretta concorrente per la salvezza e soprattutto con il contributo di tutta la squadra. Avevamo di fronte dei giovani promettenti che, seppur debuttanti in A1, hanno alle spalle esperienze in azzurro e si allenano quotidianamente. La mia non è stata una delle mie migliori apparizioni ma mi prendo il merito di aver letto con lucidità le mosse dell’avversario che non mi è mai sembrato convinto dei suoi mezzi. Una volta tanto gira per il verso giusto anche dalla nostra parte. Le speranze di salvezza sono più vive che mai, la classifica parla chiaro. Cominceremo il girone di ritorno con morale e aspettative diversi, speriamo infatti in un cammino più sereno e competitivo rispetto all’inizio disastroso. Con la squadra al completo il Tennistavolo Norbello è un’altra realtà”.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.

Scarica in formato PDF il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 18 del 08-01-2016

Artem Panchenko (Foto Gianluca Piu) Daniele Sabatino (Foto Gianluca Piu) Daniele Sabatino, Maxim Kuznetsov e Tore Farladanska e Semenza (Foto Gianluca Piu) Ganna Farladanska (Foto Gianluca Piu) IL presidente Carrucciu con Maria Assunta La presentazione delle partita doppia (Foto Gianluca Piu) Maria Assunta Locci (Foto Gianluca Piu) Maxim Kuznetsov (Foto Simone Carrucciu) Maxim Kuznetsov e Frigiolini (Foto Gianluca Piu) Panchenko e Pinto (Foto Gianluca Piu)