Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 22 del 15-12-2013

N° 22 – 15 dicembre 2013

NONOSTANTE TUTTO, UN OTTIMO RACCOLTO

Sfumata per un soffio la consacrazione internazionale, la bandiera gialloblu sventola imperterrita nei cieli italiani. Di rientro da Zagabria le norbellissime si impongono con autorità nel testa coda di Termeno dimostrando di essere squadra solida e di forte temperamento. Positiva anche la trasferta dei ragazzi che a Mugnano di Napoli impattano dopo essere stati vicinissimi alla prima vittoria in trasferta stagionale e assoluta. Il presidente Simone Carrucciu fa fatica a collocarsi geograficamente perché in 48 ore ha dormito in tre posti diversi (Zagabria, Venezia e Napoli), ma riordinate le idee non gli rimane che accogliere con favore tutto quello che è stato raccolto: “Abbiamo dato il massimo per ottenere dei risultati che a noi soddisfano tantissimo – afferma – dispiace un po’ non essere riuscite ad arrivare tra le prime otto in Ettu Cup, aspetto che per noi avrebbe rappresentato maggiore visibilità a livello internazionale considerata la qualità della manifestazione. Ci riproveremo l’anno prossimo”. Per il resto sono solo adulazioni: “Il risultato ottenuto ieri a Termeno può sembrare scontato – continua Carrucciu – ma non è così. Non siamo una squadra schiaccia tutte, quindi ciascuna avversaria va affrontata con la giusta dose di umiltà e di concentrazione. E quindi l’aver battuto quattro a zero le alto atesine ha sicuramente dato una carica in più a tutta la squadra. A Marina che è riuscita ad imporsi su una Giorgia Piccolin sempre più in ascesa. A Nikoleta che seppur battendo avversarie alla sua portata trasmette comunque energie positive alle sue compagne. Ad Angeliki che riesce a risollevarsi subito dalle situazioni che la vedono in difficoltà”. Chiude con una valutazione sulla formazione maschile: “Il punto in Campania può essere visto sia in negativo, sia in positivo. Analizzando l’andamento del match una nostra vittoria ci poteva benissimo stare perché Luigi Rocca ha sfiorato l’impresa con Lucesoli. Poi dal quasi 1 – 4 si è passati al 3 a 3 perché Stoyanov si conferma un gran campione e il divario con Maxim è sembrato troppo alto. La salvezza si avvicina sempre di più, andremo ad affrontare la trasferta in casa del Cral Roma (ultima in classifica) con un pizzico di tranquillità in più perché il pareggio a noi andrà bene, a loro no”.

 

Serie A1 Femminile Nazionale

Girone Unico

Quinta giornata di andata

Sabato 14 Dicembre 2013

A.S.V. Tramin

A.S.D. Tennistavolo Norbello

0

4


UNITE DA UN UNICO SCOPO: VINCERE

Resettato completamente il terzo turno della Ettu Cup, le ragazze seguite dal tecnico Mauro Locci arrivano sul campo “nemico” con l’intento di conservare la leadership in classifica senza rischiare più del dovuto. Lo splendido stato di forma da parte di Niko Stefanova serve per dare mordente anche alle sue compagne. L’azzurra dell’Aeronautica vince contro l’anello più debole delle padrone di casa (Miriam Sattler) e passa il testimone a Marina Conciauro che con grande lucidità si libera della promessa azzurra Giorgia Piccolin dopo cinque set molto combattuti. Tutto più semplice per Angi Papadaki che con Lisa Ridolfi porta a tre i punti del Tennistavolo Norbello sebbene i precedenti tra le due fossero di assoluta parità (1 – 1).

Infine chicca decisiva da parte di Niko che contro la sua compagna di nazionale Giorgia Piccolin ottiene vittoria e primato in classifica ancora a punteggio pieno.

 

PARLANO LE TRE NORBELLISSIME

 

Nikoleta Stefanova: “Siamo forti perché tutte e tre diamo il nostro apporto alla squadra e sottolineo la bravura di Marina perché ogni volta che gioca mi insegna quanto è brava a usare la testa e avere sangue freddo nei momenti importanti. Angi sta giocando sempre meglio e mi piace in quanto lotta sempre. E si vede che dà l’anima ogni volta. Temevo la trasferta di Termeno, ora ci attende il Castel Goffredo: ammetto che anche la mia ex squadra mi preoccupa un po’ “.

 

Marina Conciauro: “Sono felicissima, questa vittoria viene del tutto inaspettata, dopo la settimana terribile di febbre e assunzione di antibiotici, non pensavo proprio di giocare così bene. Soprattutto sotto l’aspetto tattico: cercavo sempre di tenere corto per partire sempre io. Le mie compagne sono state fantastiche, come sempre. Niko é una certezza, Angi sempre grande. Penso che il nostro segreto sia l’affiatamento, siamo veramente molto unite. Restiamo al primo posto, contro Cortemaggiore a gennaio sarà durissima”.

 

Angeliki Papadaki: “A Zagabria penso che abbiamo avuto la possibilità di vincere e per quanto mi riguarda ritengo che avrei dovuto provare qualcosa di meglio nella mia seconda partita, per questo motivo dopo il match sono rimasta di malumore. Volevo aggiungere che sono una grande fan di Niko Stefanova : contro la sino – tedesca Barthel si è imposta in modo sorprendente.

Contro il Tramin mi aspettavo che non sarebbe stato per niente facile; forse è per questo che eravamo così concentrati e neanche per un secondo abbiamo messo in discussione la vittoria”.

 

Serie A1 Maschile Nazionale

Girone Unico

Quinta giornata di andata

Sabato 14 Dicembre 2013

 

Stet Mugnano

A.S.D. Tennistavolo Norbello

3

3

 

LU LEYI SEMPRE PIÙ EFFICACE

 

Lu Leyi non si fa intimidire dalla giornata “si” di Francesco Lucesoli. Il giocatore del Mugnano strappa ai vantaggi il primo set, poi subisce la costante azione di attacco da parte del cinese che domina senza strafare.

Diciott’anni di differenza non sono pochi tra Maurizio Massarelli e Maxim Kuznetsov. La freschezza atletica del primo mette in seria apprensione il russo che però, armato dell’inseparabile pazienza non si lascia prendere dallo sconforto e dopo una disputa lunghissima, con tre set su cinque che si concludono ai vantaggi, ottiene un altro epico successo e l’allungo della sua squadra. I padroni di casa accorciano le distanza con Stoyanov che solo nel primo parziale soffre Luigi Rocca. Ma Lu Leyi regala il punto che significa almeno pareggio imponendosi sul bravo Massarelli che riesce a strappargli un set. La gara tra Lucesoli e Rocca è fondamentale ai fini del risultato finale. L’atleta del club locale si aggiudica con troppa facilità i primi due set, poi deve subire la reazione del calabrese che si riporta sul 2 a 2. Nel parziale decisivo riemerge nuovamente l’ex Perugia che rimette in discussione il risultato. E infatti Niagol Stoyanov non si fa sfuggire l’occasione di imporsi su Maxim Kuznetsov che notoriamente soffre le sortite del campione di origini bulgare.

 

LUIGI ROCCA AD UN PASSO DALLA SUA SVOLTA

 

La strenua ricerca d’ empatia tra volontà di vincere ed espressione del gioco va avanti senza scoramento. Luigi Rocca sa che una volta trovata la radice dei suoi mali psicologici, tutti i suoi avversari dovranno temerlo non solo per i primi tre quarti di gara. A Mugnano di Napoli ha pregato che con Lucesoli arrivasse il colpo di reni giusto che regalase a lui e alla squadra un risultato di rottura. Evidentemente i tempi non sono maturi ma il catanzarese analizza la gara con la solita lucidità: “Alla fine è arrivato solo un pareggio ma non ci lamentiamo”.

 

Già contro Stoyanov hai fatto vedere un ottimo primo set

Potevo almeno strappargli il primo set, nonostante sia nettamente superiore.

 

Il tuo momento sarebbe potuto arrivare nel match successivo

Si, dopo che Maxim è riuscito ad imporsi su Massarelli dopo una gara infinita. Sul 3 a 1 per noi ho pensato che la vittoria finale sarebbe potuta essere nostra.

 

Racconta quei momenti

Quando ho affrontato Lucesoli ero completamente ghiacciato, e infatti nei primi due set non sono riuscito a buttarla dall’altra parte. Al minimo scambio mandavo la pallina oltre le transenne. Nei due set successivi ho cominciato a cambiare la mano e me li sono aggiudicati abbastanza bene.

 

Poi cos’è successo?

Nel set decisivo procedevamo sui binari della parità, poi lui ha allungato sul 7 a 5. Aggiungiamo un pochino di fortuna da parte sua e il risultato finale lo ha premiato. Maxim ha provato a giocarsela con Stoyanov ma c’è stata poca storia e Mugnano ha raggiunto il pareggio.

 

Il tuo presidente è comunque soddisfatto

Il pareggio va comunque bene in chiave salvezza. Al ritorno sarà un match combattuto e dalla nostra parte ci sarà anche il fattore casa. Di sicuro ci giocheremo l’ingresso ai play off. C’è ancora un girone di ritorno che può dire ancora tante cose, ma secondo me la salvezza è quasi raggiunta, ci manca solo la matematica.

E poi potete contare su un cinese in forte crescita

Lu Leyi sta crescendo molto in tutto, soprattutto nella visione di gioco e nell’ inquadramento dell’avversario. Si sta confermando uomo di squadra, fa gruppo, lo sto ammirando da tutti i punti di vista, è uno di noi.

 

Ufficio Stampa

A.S.D. Tennistavolo Norbello – www.tennistavolonorbello.it (Calendario e risultati sempre aggiornati!) 

 

E – Mail: [email protected]

 

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitetsardegna.org per l’attività Regionale e www.fitet.org per quella Nazionale.

Scarica in formato PDf il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 22 del 15-12-2013

La presentazione di Mugano di Napoli Il presidente del Tennistavolo Norbello Simone Carrucciu (Max Mocci Fotografia) Maxim Kuznetsov (Max Mocci Fotografia) Lu Leyi ha realizzato due punti (Max Mocci Fotografia) Luigi Rocca (Max Mocci Fotografia)  Marina Conciauro (Max Mocci Fotografia)Niko Stefanova in versione nataliziaA1 M&F 23.11.2013-133