Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 26 del 19-01-2014

N° 26 – 19 gennaio 2014

LA SIMBIOSI SPORTIVA LASCIA ANCORA IL SEGNO

Buona anche la seconda. Due partite in contemporanea funzionano e la conferma è arrivata anche ieri da parte di un pubblico serio, competente e divertito che non ha mai fatto mancare l’apporto agli atleti locali, apprezzando inoltre i numerosi e sorprendenti gesti atletici degli avversari. Visibilmente soddisfatti dell’ottima organizzazione anche i due direttori di gara Emilia Pulina di Sassari e Umberto Mellini di Terni che hanno confermato la bontà dell’esperimento mai provato in altre regioni d’Italia. Anche ieri in via Azuni erano presenti atleti di caratura internazionale come i due attuali numeri uno delle classifiche nazionali Niko Stefanova e Mihai Bobocica, i cinesi Lu Leyi e Wang Yu, gli ex azzurri Stefano Tomasi e Matia Crotti. Sul settore di sinistra, quello riservato al femminile, il coach del Cortemaggiore Michael Oyebode e la sua atleta Olga Dzelinska ritrovavano le vecchie atmosfere respirate fino a due stagioni or sono nel Guilcer. Il derby in famiglia tra le cognate Marina Conciauro e Giulia Cavalli non ha tradito le attese premiando però l’atleta magiostrina che è riuscita a ribaltare per due volte una situazione che la vedeva quasi sconfitta. Il bilancio in termini di risultati è stato magro, con un pareggio e una sconfitta, ma le ragazze chiudono al comando imbattute in compagnia dello Zeus Quartu e i ragazzi mantengono due punti di vantaggio dalla zona retrocessione.

Da impenitente ottimista il presidente del Tennistavolo Norbello vede come sempre tutto rose e fiori: “Anche oggi abbiamo assistito ad una bella festa – dice –  se prima nutrivo qualche dubbio sul format del doppio appuntamento, ora sono sicuro che sia stato un esperimento vincente. E quando alla fine della giornata ci ritroviamo tutti insieme sereni, al di là dei risultati, vuol dire che le cose vanno comunque bene”.

Non sembra per nulla afflitto dal magro bottino conquistato dai suoi tesserati: “Per come si sono messe le cose – continua Carrucciu – penso che quello ottenuto dalle ragazze sia stato un punto guadagnato. Come sempre ha fatto da ago della bilancia la sfida tra Conciauro e Cavalli, che di solito ci gustavamo come ultimo atto della gara. Questa volta si è disputata all’esordio e l’abbiamo perduta. Però siamo state brave a non perdere il controllo della situazione e soprattutto abbiamo conservato l’imbattibilità. Ora ci ritroviamo in testa assieme allo Zeus con il quale siamo in vantaggio negli scontri diretti. Sul fronte maschile la giornata non ci ha sorriso perché da subito si è notata la superiorità dei campioni d’Italia in carica con giocatori che pochi anni fa costituivano l’ossatura della nazionale. Tra i nostri giocatori abbiamo avuto la conferma che Lu Leyi quando vuole sa giocare, però ha trovato sulla sua strada un super Bobocica. E poi ricordiamo che riprendere dopo un mese di sosta non è mai semplice”.

Chi non è potuto andare a Norbello ha potuto seguire la diretta streaming sul sito www.tennistavolonorbello.it, realizzata in collaborazione con l’emittente oristanese Super Tv e l’ausilio di PCA – Store che cura il sito del sodalizio guilcerino.

 

Serie A1 Femminile Nazionale

Girone Unico

Settima giornata di andata

Sabato 18 Gennaio 2014

A.S.D. Tennistavolo Norbello

Teco Cortemaggiore

3

3

 

TANTE EMOZIONI IN UNA SFIDA CHE NON TRADISCE MAI LE ATTESE

 

Gli strateghi locali concepiscono uno schema vincente. Marina Conciauro ha la possibilità di misurarsi con la sua amata cognata nel match d’esordio. Niko Stefanova avrà a che fare con Olga Dzelinska e Wang Yu. Angelina da Atene prima con l’italo cinese n. 2 d’Italia e poi con la magiostrina doc. Il derby di famiglia vede la Marina di Palermo dominare nel primo e nel terzo set. Poi accade l’impossibile perché la giocatrice giallo blu si trova a condurre 10/7 nella quarta frazione e 10/5 nella quinta e puntualmente viene risucchiata dall’avversaria che per tutta la settimana è stata vittima dell’influenza ma che nei momenti topici ha trovato la freddezza per fare suo il match. Concentrata e attenta appare Niko quando si scontra con l’ex Dzelinska che comunque le strappa un set ai vantaggi e combatte strenuamente anche nella quarta frazione. L’allungo della formazione ospite giunge grazie a Wang Yu che rispetto a Papadaki mostra una leggera supremazia tattica e psicologica. Conciauro getta alle ortiche anche l’opportunità di prevalere su Olga Dzelinska dopo che aveva condotto in porto i primi due set. Spreca la palla del match nel terzo poi naufraga inesorabilmente in preda allo sconforto. Per fortuna Angelina è implacabile su Cavalli e altrettanto fa Niko su Wang Yu, due prestazioni esemplari che riportano il sorriso e il titolo di campionesse d’inverno.

 

VOCI DAGLI SPOGLIATOI

 

Marialucia Di Meo (allenatore Tennistavolo Norbello): “Per adesso sono ancora imbattuta in panchina, ma non credo che sia per merito mio. Sul 3 a 1 in favore delle nostre avversarie mi sentivo comunque tranquilla perché restavano due gare dai risultati abbastanza scontati a nostro favore. Non mi aspettavo semmai di dover inseguire il Cortemaggiore. Angelina si è espressa molto bene contro Wang ma le è mancato quel qualcosa che potesse farla vincere. Peccato per Marina che in entrambe le partite ha avuto la possibilità di vincerle, ma non è riuscita a sfoderare il colpo per portare l’incontro a casa. Sono sicura che reagirà nelle prossime gare. Questo è per me un campionato durissimo, non prevedibile. Lo testimonia il pareggio ottenuto a Castel Goffredo. Ma la nostra squadra ha questi momenti di ‘pareggite’ acuta”.

 

Nikoleta Stefanova: “Mi dispiace tantissimo aver pareggiato, ma per come si erano messe le cose, tutto sommato va bene. Avevamo azzeccato la formazione, sono affiorate le partite che volevamo, però nello sport vanno accettate anche le cose che non vanno per il verso giusto. Peccato per Marina, se avesse sfruttato al meglio le sue occasioni avremmo chiuso con una vittoria. D’altro canto abbiamo recuperato due punti di svantaggio e alla fine è come se avessimo ottenuto una vittoria. Sono soddisfatta della mia prestazione perché il mio intento era di perdere meno partite possibili, ed infatti al giro di boa mi ritrovo ad averne vinto 13 su 14. Da Marina imparo sempre qualcosa. Oggi l’ho ammirata per come non si è persa d’animo dopo certe situazioni in cui aveva clamorosamente perduto l’occasione di chiudere a suo favore. Nel set successivo ha tenuto testa a Giulia ed è andata ad un passo dal vincerlo, nonostante non fosse semplice dal punto di vista psicologico. Dalle sue esperienze, anche quelle negative, ho sempre da trarre preziosi insegnamenti. Ad Angelina sono mancati i tempi giusti per perfezionare i punti, ma quella contro Wang Yu è stata comunque una bella partita, ha giocato bene.

Ora mi attende un ritiro dal 22 al 28 gennaio a Castel Goffedo, seguirà il World Tour in Ungheria. Febbraio e marzo saranno dedicati al campionato, mentre ad Aprile mi attendono i mondiali a squadre in Giappone.”

 

Angelina Papadaki: “Abbiamo voluto questo pareggio a tutti i costi e se avessimo avuto la mente più lucida e un po’ più di fortuna avremmo potuto vincere 4 a 1.

Con Wang Yu ci avevo giocato solo una volta l’anno scorso e ieri mi è apparsa più preparata. Infatti nel primo set non mi ha fatto fare nulla. Dopo che ho cambiato alcune cose mi sono aggiudicata il set successivo, poi ho perso il terzo a causa di due errori. Nel set finale ho commesso delle ingenuità gratuite. Nonostante tutto, a parte la prima frazione, penso di aver giocato bene. Marina teneva molto a vincere le sue gare e forse questa voglia matta di imporsi l’ha indotta a commettere quegli errori fatali che sono arrivati sempre ai vantaggi. Se avesse vinto soltanto una gara, tutto sarebbe stato diverso, ma non ci demoralizziamo perché c’è il match di ritorno.

Ancora una volta Niko ha dimostrato che è la migliore giocatrice in Italia e uno delle migliori in Europa. Soprattutto dopo il 3-0 su Wang Yu.

Ora voglio credere che gli errori e i “regali” agli avversari siano finiti. E nel girone di ritorno lotteremo duramente per ottenere soltanto vittorie”.

 

 

 

 

Serie A1 Maschile Nazionale

Girone Unico

Seconda giornata di ritorno

Sabato 18 Gennaio 2014

 

A.S.D. Tennistavolo Norbello

USD Apuania Carrara TT

1

4

 

GARA A SENSO UNICO

 

Riuscire a contrastare la formazione toscana non era semplice. L’acuto iniziale di Lu Leyi su Mattia Crotti aveva fatto pensare ad un incontro più entusiasmante. Ma l’ottimo stato di forma soprattutto di Bobocica e anche di Stefano Tomasi hanno subito ridimensionato le chance dei padroni di casa che sono stati messi a tappeto senza pietà. Si aspettava forse maggiore spettacolo nell’incontro tra Lu Leyi e Bobocica che all’andata si era chiuso al quinto. Questa volta l’alfiere della nazionale italiana è stato davvero insuperabile lasciando senza parole il pongista orientale che tanto aveva lavorato per non sfigurare. Luigi Rocca combatte bene con Tomasi e crolla con Crotti. Solo dieci i punti conquistati da Maxim Kuznetsov nell’unico match disputato, ma dall’altra parte c’era boom boom Bobocica.

 

HANNO DETTO

 

Mauro Locci (allenatore Tennistavolo Norbello): “Sono soddisfatto perché il nostro obiettivo l’abbiamo raggiunto. Ora tutto quello che arriva in più di sicuro fa morale e classifica. Carrara era la favorita e noi, nonostante tutto, ci siamo allenati bene in queste settimane per provare a contrastarla. Oggi più di così non potevamo osare. Incrociamo le dita e tiriamo dritti”. 

 

Maxim Kuznetsov: (Tennistavolo Norbello): “Oggi è andata davvero male. A parte la mia deludente prestazione con un ottimo Bobocica, penso che tutta la squadra abbia deluso. Forse avevamo troppa voglia di fare e questo intenso spirito di competizione alla fine ci ha penalizzati. I miei compagni hanno perduto soprattutto perché ha inciso il fattore psicologico. Se non ricordo male si tratta della sconfitta più netta che abbiamo subito dall’inizio di questa esperienza in A1. Dopo la insindacabile vittoria di Lu Leyi su Crotti sono calate le tenebre. Luigi poteva fare qualcosa di più con Tomasi perché si conoscono da tanto tempo. Però anche in quel caso Stefano è stato più concreto. Penso a Lu Leyi che da tre mesi stava studiando a fondo la sfida con Bobocica. Ci aspettavamo una grande rivincita però Lu non c’era proprio con la testa, si è un po’ bruciato.

In chiave salvezza abbiamo ancora due punti di vantaggio sul Cral Roma, però possiamo trovare ancora punti utili. Sarà importante la sfida tra il club romano e Mugnano della prossima giornata. Secondo me è l’unica possibilità che loro hanno di fare punti, anche se è molto difficile. In queste tre gare che ci restano proveremo a ribaltare i risultato d’andata. Ci brucia per esempio la sconfitta con la Marcozzi che poteva diventare un pareggio. E poi quella col Mugnano sarà una partita aperta, a mio avviso non sono superiori a noi.  

 

Luigi Rocca (Tennistavolo Norbello): “Non posso certo essere felice della prestazione offerta. Per me sta continuando un periodo buio dove non riesco a vincere una partita, l’unica volta è accaduto all’inizio dell’anno nel match salvezza contro Roma. Poi sono seguite altre belle prestazioni che non sono riuscito a chiudere a mio favore. Forse ho paura di vincere, arrivo al quinto set e non riesco a farlo mio, sarà anche perché è la mia prima esperienza in serie A1 e parto dal presupposto che tutti i miei avversari siano più forti di me, anche se poi me la posso giocare con gran parte di loro. Forse non credo nelle mie capacità. Le proverò tutte per uscirne fuori. Prima o poi qualcosa cambierà. Intanto continuo ad allenarmi con il solito impegno”.

Ufficio Stampa

A.S.D. Tennistavolo Norbello – www.tennistavolonorbello.it (Calendario e risultati sempre aggiornati!) 

E – Mail: [email protected]

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitetsardegna.org per l’attività Regionale e www.fitet.org per quella Nazionale.

Scarica in formato PDF il Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 26 del 19-01-2014

La presentazione della seconda partita doppia (Max Mocci Fotografia)A Norbello si é visto un Bobocica in grande forma (Max Mocci Fotografia) Conciauro durante un time out (Max Mocci Fotografia) Esulta Niko Stefanova (Max Mocci Fotografia) Il tanto atteso match tra Bobocica e Lu Leyi (Max Mocci Fotografia) Kuznetsov e Bobocica (Max Mocci Fotografia) La panchina del Tennistavolo Norbello e sullo sfondo Conciauro combatte con Dzelinska (Max Mocci Fotografia)  La sfida iniziale del match maschile (Max Mocci Fotografia) La sfida Wang Yu - Papadaki (Max Mocci Fotografia) Le cognate in azione (Max Mocci Fotografia) Lu Leyi (Max Mocci Fotografia) Luigi Rocca (Max Mocci Fotografia) Niko Stefanova e Wang Yu in bianco e nero (Max Mocci Fotografia) Stefanova e Dzelinska (Max Mocci Fotografia)