Comunicato stampa Tennistavolo Norbello N° 34 del 10-04-2016

Comunicato Stampa –

N° 34

– 10 aprile 2016

 E SONO CINQUE…

A parte la stagione un po’ in chiaroscuro 2014-15, le norbellissime ritornano alle vecchie e più consone abitudini tagliando per la quinta volta il traguardo play off scudetto in sei anni totali di permanenza nella massima serie nazionale. Il sodalizio di via Mele ci sperava ma non pensava che potesse addirittura arrivare con una giornata di anticipo, agevolato anche dalla sconfitta della Bagnolese con il Castel Goffredo. Ma non era certa nemmeno la vittoria sulla matricola terribile Center Parma che però rimane in corsa per il quarto posto.

Quindi dopo la fine della stagione regolare, si tornerà in campo il 14 e il 18 maggio per le semifinali da giocare contro Cortemaggiore o Castel Goffredo: tutto dipende dallo scontro diretto del 29 aprile tra le due mattatrici del campionato.

In casa Tennistavolo Norbello si è festeggiato fino a tarda notte. Grazie al solito e abbondante buffet condiviso con il Center Parma e il Cancello Alghero che nel pomeriggio è stato sconfitto dai giallo blu della C1 (sempre più vicini alla agognata promozione).

Il presidente Simone Carrucciu ha colto l’occasione per complimentarsi prima di tutto con le giocatrici che anche stavolta si sono superate. E poi ha ringraziato dirigenti, sponsor e la municipalità norbellese che continuano a stare molto vicino alle politiche sportive intraprese, dando grande segno di fiducia.

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Sesta giornata di ritorno – Sabato 9 aprile 2016 – Ore 18:30

Sede di gioco: Norbello (OR)

 A.S.D. Tennistavolo Norbello Tennistavolo Center Parma
4 2

GANNA E JIAN SEMPRE PIU’ SOLIDE

C’è tanto fermento nella panchina di casa sul come allestire la formazione. Ma alla fine il tanto parlottare porta i suoi frutti perché rispetto alla gara d’andata non si gira. Cosa che invece fa il team emiliano che schiera per prima la cinese Liang Peng. Tutte le sei gare terminano con risultati che non riservano rammarichi (3 – 0). Come accadde a Parma il trio norbellissimo schiera la nuraghese Eleonora Trudu al posto di Irina Bàghina, tenuta a riposo.

Il derby cinese tra Wei Jian e Lian Peng è senza storia. L’atleta di casa sa come far perdere la pazienza all’altra parte del campo con la solita condotta serena, attendista e senza sbavature.

Nella sfida tra Ganna Farladanska e Bianca Bracco si lotta punto a punto solo nel primo parziale che termina ai vantaggi dopo che l’universitaria ligure ha sciupato un set point. Più agevole per l’ucraina portare a casa il secondo punto con le restanti frazioni conquistate con assalti frontali degni di nota e senza mai dare tregua.

Si impegna come può Eleonora Trudu al cospetto della più titolata Chiara Colantoni. Nonostante la sconfitta limpida, gli applausi del pubblico non si fanno attendere.

L’altra chicca della sino – muraverese Wei Jian la confeziona al cospetto di Bianca Bracco, ancor più impaziente nel dare un taglio alla strenua difesa avversaria. Ma i suoi attacchi sovente non si concretizzano e alla lunga anche il malumore affiora. Dopo i primi due set in cui l’ospite conquista appena tre punti, segue un ultimo set più equilibrato ma che la pongista locale riesce a chiudere senza problemi.

La condotta di Trudu scende di livello quando si deve misurare con la forte Liang.

Gran finale e conquista matematica dei play off scudetto grazie alla performance di Ganna che riscatta la sconfitta dell’andata nei confronti di Chiara Colantoni con altri tre set spettacolari.

SORRISI E PAROLE

Ganna Farladanska. “Mi sto allenando con profitto però non sono soddisfatta del gioco espresso, a mio avviso ho commesso troppi errori tecnici. Il dispiacere di queste mie pecche viene però affievolito dalla felicità per l’importante traguardo raggiunto. Mi complimento con la mia compagna Wei Jian perché ha giocato molto bene, sono veramente contenta per lei. Prima delle gare play off mi preparerò con tanta passione ad Odessa, nella speranza di tornare in Italia in buona forma. Ora che ci batteremo per la finale scudetto noi tutte dovremo impegnarci per andare il più avanti possibile”.

Wei Jian. “Sono soddisfatta della mia prestazione, nonostante non mi fossi ripresa ancora al 100% dal mio recente viaggio in Cina dove lo smog respirato mi ha fatto stare veramente male. Ma il merito di questo traguardo va a tutta la squadra indistintamente, giocatori e dirigenti. Sono riuscita a prevalere nei due match perché ho l’esperienza dalla mia parte che mi consente di tenere la concentrazione alta per tutta la loro durata. Le mie avversarie sono molto brave, fresche e con alle spalle allenamenti quotidiani serrati. Però le considero ancora ingenue; e poi io rendo ancora di più quando la posta in palio è molto alta.

Non ricordo esattamente a quanti play off ho preso parte qui in Italia, ma lo ritengo un vanto difettare con la memoria perché significa che ho ancora voglia di mostrare il massimo impegno sia nei confronti della società, sia per me stessa. Credo che sia per questo che a quasi 50 anni abbia ancora tanta voglia di giocare. In semifinale mi piacerebbe incontrare il Castel Goffredo perché nel Cortemaggiore giocano due atlete, Laura Negrisoli e Wang Yu con le quali faccio fatica ad esprimermi. Però darò il meglio di me per sovvertire il pronostico. Ma sarà come sempre la squadra a vincere o a perdere”.

Eleonora Trudu. “All’andata mi ero espressa un po’ sotto tono giocando male contro Bianca Bracco. Questa volta ho esordito contro la Colantoni e mi reputo sicuramente più soddisfatta, in quanto una delle più forti giocatrici italiane e persona che stimo tantissimo. Nel gioco con lei ho dimostrato di avere più testa, questo grazie anche a diverse persone che mi stanno aiutando a credere in me stessa. Nella seconda gara sono stata tramortita dalla velocità della cinese. La prossima settimana mi attendono i play off di A2 femminile, spero di affrontarli con molta concentrazione. Mi unirò alle mie compagne Marialucia Di Meo e Gohar Atoyan con le quali non vedo l’ora di vivere questa nuova esperienza”.

Serie C1 Maschile – Girone “N” Nazionale

Sesta giornata di ritorno – Sabato 9 aprile 2016 – Ore 15:30

Sede di gioco: Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbello ASD Il Cancello Alghero
5 2

BENE ANCHE IL DERBY

Ancora un piccolo sforzo sabato prossimo a Roma e in caso di vittoria si potrà dare il via alle danze sfrenate. Gli uomini allenati da Tore Scotto cancellano il neo scaturito dalla sconfitta dell’andata con i catalani. Assente Federico Concas per motivi di salute, vanno a segno il nigeriano Gbenga Kayode (3) e Vilbene Mocci (2). Continua a fare esperienza il giovane Andrea Franceschi. “Contro Il Cancello è filato tutto liscio – ammette Scotto – e ora dobbiamo attendere il responso della prossima trasferta, sperando che tutto vada per il meglio. In caso di vittoria sarebbe sicura la promozione. Mi conforta constatare che i ragazzi siano abbastanza concreti con il gioco, quindi sono ottimista anche in vista dell’ultima gara stagionale di Roma. A parte le ottime prove di Gbenga Kayode e Vilbene Mocci mi preme sottolineare come il giovane Andrea Franceschi, seppur ancora acerbo per questa categoria, credo che in qualità di tecnico apporterò qualche modifica al suo gioco per consentirgli di poter affrontare al top avversari più insidiosi”.

Interviene anche Vilbene Mocci. “Quella contro gli algheresi è stata una gara anomala perché siamo partiti con incertezze e indecisioni che raramente sono affiorate nell’arco della stagione. Alla fine è andata molto bene anche senza l’apporto di Federico Concas. Nella gara che mi ha opposto a Carlo Fois ho perso il filo del match, poi al quinto forse un po’ fortunosamente sono riuscito a spuntarla. Preferisco aspettare l’ultima gara prima di sentirmi definitivamente appagato. D’altronde in questa disciplina le sorprese sono sempre dietro l’angolo, siamo sulla via giusta, un’altra gara l’abbiamo fatta nostra, speriamo di ripeterci a Roma”.

Ufficio Stampa A.S.D. Tennistavolo Norbello – E-Mail: [email protected]

www.tennistavolonorbello.it (News, calendari e risultati sempre aggiornati!)

N.B. Per qualsiasi altra informazione potete visitare i siti ufficiali della Federazione, www.fitet.org per l’attività Nazionale e www.fitetsardegna.org per quella Regionale.

Wei Jian (Foto Gianluca Piu)
Wei Jian (Foto Gianluca Piu)
Ganna Farladanska (Foto Gianluca Piu)
Ganna Farladanska (Foto Gianluca Piu)
Eleonora Trudu al servizio (Foto Donisetta Carrucciu)
Eleonora Trudu al servizio (Foto Donisetta Carrucciu)
Farladanska e Colantoni (Foto Gianluca Piu)
Farladanska e Colantoni (Foto Gianluca Piu)
Il presidente Simone Carrucciu con il presidente del Tennistavolo Parma Giuseppe Nuzzi (Foto Donisetta Carrucciu)
Il presidente Simone Carrucciu con il presidente del Tennistavolo Parma Giuseppe Nuzzi (Foto Donisetta Carrucciu)
Franceschi affronta Fois
Franceschi affronta Fois
da sx Mocci, Concas e Kayode (Foto Gianluca Piu)
da sx Mocci, Concas e Kayode (Foto Gianluca Piu)